Ecco il calendario del Google I/O 2019: Stadia, Android Q, realtà aumentata, Linux e tanto altro (aggiornato)

Nicola Ligas -

Google ha pubblicato il calendario di eventi che animeranno il Google I/O 2019, che si terrà dal 7 al 9 maggio prossimi. Non si tratta di un elenco del tutto esaustivo, perché come sempre nuove sessioni saranno aggiunte con il passare del tempo, ma già quelle presenti ci danno una buona idea di alcuni dei focus più importanti.

Si parte anzitutto il 7 maggio alle ore 18 (italiane) con il keynote di apertura, che delineerà come sempre le novità principali e gli obiettivi dell’azienda per il prossimo futuro. Segnate quindi data e orario in calendario, perché saremo senz’altro lì a riferirvi cosa ci sarà di interessante.

Si parte poi subito dopo con una bella sessione su “cosa c’è di nuovo in Google sul fronte gaming”, ovvero Stadia. Non manca poi una sessione specifica per le novità relative ad Android (nessuno spoiler al momento), e ce n’è anche una dedicata ad “andare oltre il Material Design“. Sembra molto interessante anche quella su come “costruire un’architettura modulare di Android“, che potrebbe parlare di Apex e di come velocizzare gli aggiornamenti di sistema. Android Q viene citato solo in relazione ad “abbandonare la luce”, con chiaro riferimento al tema scuro che abbiamo già apprezzato nella prima developer preview. Si parlerà anche della realtà aumentata in Maps e di Linux sui Chromebook, ma le sessioni sono davvero tantissime, e non è detto che i titoli siano sempre indicativi.

Tanta carne al fuoco insomma, ma nessuna menzione di Fuchsia: ci sarà anche lui, nascosto tra le pieghe dei tanti eventi?

Aggiornamento15/04/2019

Come da programma, il calendario del Google I/O va facendosi più fitto con il passare del tempo, dato che sono state aggiunte diversi nuovi temi alla già fitta agenda.

Per quanto riguarda Chrome OS, c’è un’interessante sessione dedicata ai giochi per Android ed a come adattarli “oltre lo smartphone”, segno che Google crede molto nell’integrazione dei due mondi; e non è certo questo l’unico focus dedicato a Chrome OS.

Per quanto riguarda Android Q invece, si parlerà di come creare un tema scuro in Material, altro indice di quanto Google vuole questa funzione, ma ci saranno anche approfondimenti sulle nuove funzioni di privacy, e non solo.

E questi sono solo alcuni ulteriori esempi, ma come già detto più volte l’agenda è così fitta che anche dietro ad un titolo poco evocativo potrebbe nascondersi qualcosa di notevole. Come sempre, a conferenza in corso, non mancheremo di segnalarvi i temi più interessanti che saranno trattati.