Canon presenta EOS M50, la sua prima mirrorless capace di registrare video in 4K (foto e video)

Edoardo Carlo Ceretti

Canon ha alzato i veli sulla sua nuova EOS M50, fotocamera mirrorless in grado di colmare alcune evidenti lacune dei modelli precedenti, su tutte la ripresa di video fino alla risoluzione 4K. Andiamo però a vedere più nel dettaglio tutto ciò che ha da offrire questa nuova proposta di fascia media del produttore.

Il processore di immagine è il nuovo DIGIC 8, mentre il sensore è un APS-C da 24 megapixel, in grado di registrare video in 4K a 24 FPS o in 1.080p a 60 FPS, mentre non manca lo slow motion fino a 120 FPS a 720p. Luci ed ombre però, per la tanto attesa novità del 4K: la ripresa a questa risoluzione comporta un crop del sensore di 1,6X che, unita alla già ridotta dimensione del sensore rispetto al full frame, fa sì che il sensore di EOS M50 si comporti come un micro quattro terzi, o poco meno. Inoltre, l’autofocus a rilevamento di fase non è attivabile durante le riprese 4K, ma funziona soltanto l’autofocus a contrasto.

Dual pixel autofocus che comunque consta di ben 99 punti ed è presente anche un mirino elettronico OLED. La gamma degli ISO va da 1o a 25.600, con la possibilità di spingersi fino a 51.200 in alcune modalità di scatto. Le raffiche di scatto possono arrivare a 10 FPS, oppure a 7,4 FPS con autofocus continuo. È inoltre presente l’entrata per un microfono, un’uscita HDMI e una porta micro USB (ancora niente Tipo C). Completa la connettività, con Wi-Fi, Bluetooth e NFC.

Canon non ha ancora diffuso informazioni circa prezzi e disponibilità sul mercato italiano, dunque per il momento vi riportiamo i dettagli relativi al mercato statunitense. Canon EOS M50 sarà disponibile da aprile ad un prezzo di 780$ per il solo corpo macchina (in colorazione nera o bianca). Sarà però presente anche una versione kit con lenti EF-M 15-45mm f/3.5-6.3 IS STM al prezzo di 900$, mentre aggiungendo anche l’obiettivo EF-M 55-200mm f/4.5-6.3 IS STM il prezzo salirà a 1.200$.

Via: Petapixel