Carenza di chip e aumento di prezzi: ecco come è cambiato il mercato dell'elettronica in Italia (foto)

Carenza di chip e aumento di prezzi: ecco come è cambiato il mercato dell'elettronica in Italia (foto)
Vito Laminafra
Vito Laminafra

La pandemia, con conseguente lockdown, ha costretto tantissime persone a lavorare o studiare da casa: questo ha portato ad un aumento della richiesta di dispositivi elettronici che, unito al temporaneo fermo degli impianti produttivi, è stato uno dei fattori che ha contribuito alla attuale carenza di chip.

Il portale di comparazione prezzi idealo ha analizzato come il mercato italiano dell'elettronica si è comportato in seguito alla scarsità di processori.

Come era lecito aspettarsi, i prezzi sono in media aumentati, soprattutto a partire da ottobre 2020: il prezzo delle stampanti multifunzione, in particolare, è stato più alto rispetto a quello medio di quasi 42€ (tra ottobre 2020 e aprile 2021) e, nel primo quadrimestre del 2021, i prezzi sono aumentati in media del +33,1% rispetto allo stesso periodo del 2020

A seguire in questa particolare classifica ci sono i notebook, il cui prezzo è stato più alto rispetto a quello medio di quasi 56€ e che, nei primi quattro mesi di quest’anno, sono stati più cari del +5,8% rispetto allo stesso periodo del 2020.

Seguono ancora i router, i cui prezzi sono cresciuti del +29,2% da gennaio ad aprile rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Sul fronte della telefonia mobile, l’aumento medio dei prezzi online nei primi quattro mesi dell’anno è stato del +8,1% e il mese meno caro per acquistare smartphone online è stato lo scorso settembre.

Commenta