Come ricaricare un telefono semplicemente entrando in una stanza, senza fili

Come ricaricare un telefono semplicemente entrando in una stanza, senza fili
Lorenzo Fantoni
Lorenzo Fantoni

Un gruppo di scienziati del Korea Advanced Institute of Science and Technology ha creato un sistema che permette di caricare circa 40 telefoni contemporaneamente, a una distanza di circa quattro metri di distanza, senza fili.

LEGGI ANCHE: Vi piacerebbe ricaricare lo smartphone col vostro calore corporeo?

La tecnologia si chiama Dipole Coil Resonant System (DCRS) e sfrutta campi magnetici in grado di fornire potenza a dispositivi di dimensioni anche importanti, come televisori o portatili, ed è l'evoluzione di un sistema inventato dal MIT, Couple Magnetic Resonance System (CMRS).

La differenza rispetto alla tecnologia precedente è che funziona su distanze più lunghe, con l'idea di rendere i punti di ricarica come zone hotspot in cui basterà avvicinarsi per ricaricare il proprio telefono in autonomia.

Col DCRS è già possibile alimentare una TV a LED a circa 5 metri di distanza, o ricaricare fino a 40 smartphone contemporaneamente, in base alla potenza che si dà alle due bobine che creano il campo elettromagnetico.

Al momento c'è solo un grande problema col DCRS: smagnetizza qualunque carta di credito si trovi nelle vicinanze, senza contare il fatto che ancora non se ne conoscono i possibili effetti a lungo termine per persone o animali. Tuttavia speriamo che questa tecnologia trovi la via della commercializzazione, perché l'idea di ricaricare il telefono semplicemente entrando in una stanza è troppo ghiotta per non volerla vedere realizzata.

Commenta