Google Home e Home Mini: quale differenza c’è? (video)

Emanuele Cisotti -

È la domanda più gettonata e probabilmente una buona ragione c’è: non è chiarissimo il perché si dovrebbe sceglier un Google Home o un Google Home Mini. Quale dei due è migliore? Quali sono le differenze che li distinguono? Poiché in questi giorni ci avete bombardato con queste domande abbiamo deciso di raccogliere in questo breve video tutte le risposte.

Ci sono ovviamente delle differenze di design e costruzione: Home Mini ha un classico connettore microUSB, mentre Home ha un connettore proprietario. Il più piccolo ha poi un interruttore per spegnere i microfoni, che su Home si spengono invece con un tasto. Nel modello più grande è poi possibile personalizzare la base sostituendola con una di un altro colore (al momento non in vendita in Italia).

Ma la vera differenza sta nella qualità audio. Google Home Mini funge ovviamente da speaker e potrà riprodurre tutto ciò che può riprodurre il modello più grande. Quello che cambia è la qualità: e non di poco. Possiamo dire che Google Home Mini arriva alla sufficienza, anche in rapporto al prezzo, mentre invece Google Home supera abbondantemente questo voto, anche se il prezzo è più che doppio. Parliamo infatti di 59€, contro 149€.

Se pensate quindi di usare Home anche come speaker scegliete il più caro, altrimenti risparmiate quei soldi e magari comprate due Home Mini da posizionare lontani all’interno della stessa abitazione.