Brutte notizie per le CPU Intel: rincari in vista

Brutte notizie per le CPU Intel: rincari in vista
Antonio Lepore
Antonio Lepore

Sono in arrivo brutte notizie da parte di Intel. Secondo "Nikke", la società sta per aumentare i prezzi delle CPU e dei chip. Tra l'altro, sembrerebbe che Intel abbia già informato i suoi clienti di questi rincari che, probabilmente, causeranno un aumento dei prezzi di PC e laptop. Questi aumenti sarebbero stati provocati dall'inflazione in corso e dagli aumenti dei costi di materiali, spedizione e manodopera.

Nel dettaglio, alcuni chip potrebbero costare il 20% in più, ma questa notizia non dovrebbe cogliere di sorpresa i clienti, così come confermato da un portavoce di Intel a Nikkei: "Durante la presentazione degli utili del primo trimestre, Intel ha indicato che avrebbe aumentato i prezzi in alcuni segmenti della sua attività a causa delle pressioni inflazionistiche. La società ha iniziato a informare i clienti di questi cambiamenti".

Una notizia, questa, certamente non positiva, soprattutto alla luce di ciò che è emerso ultimamente, e cioè il brusco calo che hanno subito le spedizioni di PC. Gartner, ad esempio, ha rivelato che in questo trimestre sono diminuite di quasi il 13%: "Questo è il calo più netto degli ultimi nove anni per il mercato globale dei PC, causato dalle sfide geopolitiche, economiche e della catena di approvvigionamento che hanno un impatto su tutti i mercati regionali", ha affermato Gartner in una nota stampa. Inoltre, in Europa, Medio Oriente ed Africa il calo sarebbe stato ancora maggiore (18%).

Mentre il mercato dei PC vacilla, sul lato GPU sta accadendo il contrario. La carenza in questo segmento, infatti, è terminata, anche grazie al crash in corso delle criptovalute. Tra l'altro, in alcuni casi è stato registrato anche un calo di prezzi. Ad esempio l'RTX 3090 Ti è arrivata ad avere un prezzo di vendita di 400$.

Mostra i commenti