Crescita stellare per il mercato dei PC in questo terzo trimestre: non si vedevano questi numeri da 10 anni

Federica Papagni

Analizzando i dati rilasciati da Canalys, il mercato globale dei PC ha subito una crescita del 12,7% rispetto all’anno passato, tanto da aver raggiunto i 79,2 milioni di unità nel terzo trimestre del 2020, andando così a registrare i più alti numeri negli ultimi 10 anni. Dopo la debolezza del primo trimestre e la ripresa registrata nel secondo, in questo terzo la crescita è continuata senza fermarsi.

Le spedizioni globali di notebook hanno toccato 64 milioni di unità (quasi quanto il record del quarto trimestre del 2011, quando le spedizioni di notebook erano 64,6 milioni) dal momento che la domanda non ha conosciuto un tempo di stop a causa del continuo imperversare dell’emergenza sanitaria in molti paesi, che ha indotto molte aziende a continuare sulla strada dello smart-working. Le spedizioni di notebook e workstation mobili sono aumentate del 28,3% su base annua, dato che va a scontrarsi con quello dei workstation desktop e desktop, le cui spedizioni si sono ridotte del 26,0%.

LEGGI ANCHE: Tutto quello che c’è da sapere sull’Amazon Prime Day 2020 in Italia

Vediamo ora le varie azienda come si sono comportate nel corso di questo terzo trimestre. Lenovo ha riguadagnato il primo posto nel mercato dei PC con una crescita dell’11,4% e le spedizioni hanno superato i 19 milioni. HP ha registrato una crescita altrettanto impressionante dell’11,9%, assicurandosi il secondo posto con 18,7 milioni di unità spedite. Dell, al terzo posto, ha subito un piccolo calo dello 0,5% nelle spedizioni rispetto a un anno fa. Apple e Acer hanno completato le prime cinque classifiche, registrando una crescita stellare del 13,2% e del 15,0% rispettivamente.

Ishan Dutt, Analista di Canalys, ha dichiarato, per spiegare tale situazione, che i fornitori dopo aver dato priorità ai mercati di alto valore e ai grandi clienti nel secondo trimestre, ora si sono rivolti a una gamma più ampia di paesi. I governi, che si sono resi conto dell’importanza dell’accesso al PC per mantenere l’attività economica durante questo periodo, sono intervenuti con il supporto finanziario o anche con implementazioni di dispositivi su vasta scala. Inoltre, aggiunge che Canalys prevede che la spesa IT, compreso l’investimento in PC, sarà un motore fondamentale della ripresa economica all’indomani della pandemia”.

Infine, dal suo canto Rushabh Doshi, Direttore della ricerca di Canalys, ritiene che dal momento che il confine tra lavoro e vita domestica è sempre più sfumato, è diventato molto importante che i dispositivi a disposizione siano quanto più versatili possibili, relegando nell’occhio del ciclone caratteristiche importanti quali mobilità, connettività, durata della batteria e qualità del display e dell’audio. Inoltre, al di là del variegato portafogli di PC, saranno necessari anche accessori per la collaborazione, nuovi servizi e altro, andando così a tradursi in vantaggi per tutti quei fornitori che offrono soluzioni collettive che consentono ai propri clienti di apportare modifiche strutturali alle proprie operazioni.

Fonte: Canalys