Dal 2020 i droni DJI saranno in grado di rilevare eventuali aerei o elicotteri nelle vicinanze

Matteo Bottin

Per questioni di sicurezza, tutti i droni DJI rilasciati a partire dal primo gennaio 2020 e che pesano più di 250 g (praticamente tutti quelli in listino) saranno in grado di individuare eventuali aerei e elicotteri in avvicinamento. A dirlo è la stessa DJI. Purtroppo, non si tratta di una funzionalità retroattiva.

Per farlo, l’azienda equipaggerà i nuovi droni con sensori in grado di recepire i segnali ADS-B (Automatic Dependent Surveillance-Broadcast) inviati dagli aerei e elicotteri durante il volo. Si tratta di una tecnologia richiesta dal governo americano e che sarà obbligatoria dal 1° gennaio 2020 per tutti i velivoli che sorvoleranno alcuni spazi aerei controllati, ed è usata anche per il controllo in real-time del traffico aereo.

Il rilevatore ADS-B verrà chiamato da DJI come “AirSense“, il quale però non farà spostare automaticamente il drone in caso di avvicinamento, ma invierà solamente un messaggio di allerta al pilota che dovrà occuparsi della movimentazione del drone.

LEGGI ANCHE: DJI Osmo Pocket, la recensione

Una buona aggiunta di DJI, visto che i droni non sono obbligati a rispettare le regole dettate dall’amministrazione americana riguardante l’ADS-B.

Via: The VergeFonte: DJI