Dal 30 aprile il vostro Roomba potrebbe non ascoltarvi più: ecco perché e come risolvere

Matteo Bottin

I famosi robot Roomba possono essere controllati vocalmente sia con Google Assistant che con Alexa.  I comandi di Assistant, però, potrebbero non essere più efficaci a partire dal prossimo 30 aprile. Fortunatamente conosciamo sia il motivo che la soluzione.

In pratica, iRobot (l’azienda dietro i Roomba) ha deciso di cambiare il metodo di collegamento dei suoi Roomba con Assistant, e nel contempo ha modificato alcuni dei comandi vocali. A causa di questo “cambio di connessione” i vecchi collegamenti ad Assistant verranno completamente rimossi.

Il nuovo metodo passa per l’app Google Home. Bisognerà quindi installare la nuova app e aggiungere il dispositivo Roomba alla casa corrispondente. Questo procedimento è obbligatorio per utilizzare i comandi a partire dal 30 aprile, ma fortunatamente potete farlo già da ora per non perdere nemmeno un giorno di connessione.

Parlavamo di nuovi comandi: ora sarà possibile comandare vocalmente il robot con frasi più brevi: non sappiamo la versione italiana, ma in inglese basterà dire “Hey Google, start vacuuming” per iniziare le pulizie. Altri comandi includono:

  • “Hey Google, stop cleaning”
  • “Hey Google, dock the Roomba/ [Robot Name]”
  • “Hey Google, tell Roomba / [Robot Name] to go home”
  • “Hey Google, clean the kitchen” (solo con i robot della serie i7)

LEGGI ANCHE: Vi eravate accorti che lo streaming da Google Home ad Android TV era stato rimosso? Sta per tornare

Insomma, se possedete un Roomba e siete abituati a controllarlo vocalmente con Assistant, è ora di fare questo piccolo step per non rimanere con un robot  fermo da un giorno all’altro. Come controllate il vostro robot?

Via: Android Authority