Delta Air Lines introduce il riconoscimento facciale negli aeroporti

I soci della Delta Airlines potranno optare per il riconoscimento facciale negli aeroporti designati, con un risparmio di tempo e maggiore autonomia.
Delta Air Lines introduce il riconoscimento facciale negli aeroporti
SmartWorld team
SmartWorld team

Il riconoscimento facciale in aeroporto

Le lunghe file di attesa ai gate degli aeroporti per il controllo dei documenti e della carta d'imbarco nel giro di qualche anno potrebbero diventare un lontano ricordo. Il futuro passa per il riconoscimento facciale e ad Atlanta è già in atto. La compagnia Delta Airline, insieme con la Transportation Security Administration (TSA) e con una terza azienda partner che si occupa di biometrica, Pangiam, hanno unito lavorato a un progetto per utilizzare il riconoscimento facciale all'aeroporto internazionale Hartsfield-Jackson di Atlanta (ATL). Questo programma consente un risparmio di tempo, permettendo così ai passeggeri di poter fare shopping, leggere comodamente seduti o concedersi uno spuntino prima del volo.

L'opzione disponibile per i soci

Questa tecnologia è al momento opzionale e riguarda solamente i soci Delta SkyMiles. Questa fetta di clienti dell'aerolinea utilizza l'app Fly Delta e possiedono un abbonamento TSA PreCheck, hanno la possibilità di passare davanti a una telecamera per poi avanzare nell'area successiva dell'aeroporto e accedere direttamente al velivolo. Il riconoscimento facciale implementato da Delta Airlines consente, appunto, ai passeggeri di evitare le file per il controllo del documento di identità. La telecamera identifica il volto del socio a cui è associato un profilo cliente che include un Known Traveler Number, un numero di socio SkyMiles e il numero del passaporto.

Come funziona

Il sistema passa per l'approvazione previa dei passeggeri. Si inizia dalla fase di check-in direttamente sull'app Fly Delta. I soci potranno visualizzare l'opzione Abilitare Face ID prima di ottenere la carta di imbarco. Questa riporterà l'opzione con un indicatore nel caso in cui i passeggeri in questione vogliano avvalersi di questa tecnologia. All'arrivo in aeroporto, questi soci avranno una lobby dedicata: l'area di consegna bagagli TSA PreCheck, che si trova accanto al livello inferiore del Domestic South Terminal, raggiungibile via auto o taxi. Qui troveranno una telecamera per la scansione del loro volto. Una volta verificata l'identità otterranno l'etichetta per il bagaglio, che verrà lasciato sul nastro trasportatore. Al controllo di sicurezza ci saranno delle corsie apposite, con telecamere che riconosceranno nuovamente i passeggeri, senza mostrare la carta d'imbarco. Al gate troveranno l'ultima telecamera, che confermerà la loro identità, senza dover mostrare alcun documento.

La fase di prova

Questa modalità di riconoscimento automatico in quattro passaggi è attivo dallo scorso anno. Nel corso dei mesi ha registrato un incremento progressivo di iscritti al programma soci. "Al 100% si tratta di acquisire soci. C'è un vantaggio nell'essere socio", ha dichiarato Byron Merritt, VP di Brand Experience Design per Delta. L'aerolinea ha un'esclusiva, per cui la tecnologia sarà applicata alll'Aeroporto Internazionale di Atlanta Hartsfield-Jackson (ATL), all'Aeroporto Internazionale Minneapolis-Saint Paul (MSP) e all'Aeroporto Internazionale di Salt Lake City (SLC) fino all'estate. Questi mesi daranno il tempo di valutare le tempistiche, la risposta dei passeggeri e risolvere eventuali problemi. "Penso che renderà il processo molto più fluido. Avremo ancora un ufficiale TSA di stanza qui nel caso ci siano errori o per risolvere eventuali anomalie. Automatizza il processo che in questo momento viene fatto manualmente, cioè qualcuno che confronta la foto della tua patente con il tuo viso", ha affermato Jessica Mayle, portavoce di Transportation Security Administration.

La risposta dei passeggeri di Atlanta

"Stiamo già vedendo miglioramenti nei punteggi di soddisfazione dei clienti che si muovono attraverso l'aeroporto di Atlanta. L'espansione del riconoscimento facciale all'imbarco permette a più clienti di approfittare di questo processo senza soluzione di continuità e che fa risparmiare tempo - un passo importante mentre implementiamo il riconoscimento facciale nei nostri hub in tutto il paese e definiamo l'esperienza per il settore", ha detto Gil West, COO di Delta. Secondo i dati raccolti finora dalla Delta Airlines tra i passeggeri dell'aeroporto di Atlanta: il 72% predilige il riconoscimento facciale ai classici controlli all'imbarco, il 70% ha avuto un'esperienza positiva con il nuovo metodo, il 93% non ha avuto alcun problema con questa tecnologia. Inoltre, questo sistema di riconoscimento dei passeggeri consente di risparmiare in media nove minuti rispetto al tradizionale del controllo documenti e carte d'imbarco.

Mostra i commenti