Design Lab, ovvero il laboratorio di Google dove nascono i prodotti (foto)

Matteo Bottin Talmente esclusivo che ci lavorano solo 150 designer

Vi siete mai chiesti dove nasce il design di un prodotto? Per Google, da un anno a questa parte i design nascono in un posto solo: Design Lab, un laboratorio da circa 6.500 metri quadrati talmente off-limits da essere accessibile da soli 150 dipendenti dell’azienda. Il “capo” è l’ex designer di gioielli Ivy Ross, colui che dobbiamo ingraziare per gli accessori a partire dal Google Home Mini e gli smartphone Pixel.

All’interno del laboratorio troviamo “semplicemente” designer, artisti e scultori, tutti intenti a lavorare e collaborare su dozzine di progetti top-secret. Sicuramente un posto migliore rispetto al “garage dove lavoravano prima”.

L’interno non tradisce la filosofia di Google: spazi aperti, tavolini e sedie per “incontri casual” e una libreria con i libri preferiti dei designer (ad ognuno è stato chiesto di portare 6 titoli importanti per loro e di scriverci all’interno il perché).

LEGGI ANCHE: Facebook avrà una sezione stampa con “notizie di testate fidate”

Piccola curiosità: solo il 25-40% dei designer ha progettato oggetti elettronici. Tutti gli altri arrivano da altri campi, come vestiario, ciclismo o gioielleria.

Si tratta di un ambiente unico, e che contiene al suo interno delle idee di come potrebbero essere i prodotti che avremo nelle nostre case tra uno o più anni. Chi di voi vorrebbe farci un salto?

Fonte: Fast Company