DJI lancia un Phantom 4 coloratissimo e tante altre novità

Cosimo Alfredo Pina

Se è vero che i droni sono ormai un’assodata tecnologia consumer, DJI non poteva certamente mancare al CES 2017. Qui l’azienda cinese porta le sue ultime novità. Niente di particolarmente eclatante ma un sacco di rifiniture al suo già ricco ecosistema. Andiamo vedere quali.

DJI Osmo Mobile Silver e Zenmuse M1

dji-ces-2017-04

Ricordate Osmo Mobile, il gimbal per smartphone presentato da DJI settembre scorso? Adesso c’è anche una versione argento, denominata (ovviamente) Osmo Mobile Silver. Non ci sono differenze da segnalare rispetto alla versione nera, se non i toni chiari su tutto il dispositivo. Il prezzo di lancio è lo stesso della prima versione, 339€.

Oltre a questa nuova colorazione, DJI introduce Zenmuse M1 un accessorio per gli altri Osmo, quelli con la cam, che permette di trasformarli in Mobile. Con questo accessorio da 189€ potrete quindi usare Osmo, Osmo+, Osmo Pro od Osmo RAW anche con il vostro smartphone.

A chiusura di questo paragrafo la compatibilità di Osmo Mobile con FiLMiC Pro, la popolarissima app per i video professionali da smartphone, e l’introduzione della funzione Beautify sull’app DJI GO, che ottimizzerà l’immagine in base al soggetto.

Phantom 4 Chinese New Year Edition

phatom-4-chinese-new-year

Se i toni bianchi e neutri del classico DJI non fanno per voi, DJI lancia un Phantom 4 davvero speciale. Si chiama Phantom 4 Chinese New Year Edition e le sue decorazioni sono state curate dal designer Martin Sati, ispirato appunto al capodanno cinese. Di fondo si tratta di un’edizione speciale dell’apprezzato quadricottero, che sarà disponibile all’acquisto sul sito ufficiale a partire dal 23 gennaio, purtroppo ufficialmente non dall’Italia.

Ground Station Pro

dji-ces-2017-03

Tornando alle novità più concrete ecco anche Ground Station Pro o GS Pro, un’app gratuita (per ora) solo per iPad che permette di programmare i voli del drone con ampio grado di libertà. Sarà possibile creare itinerari di volo con fino 99 punti di ripresa dove il dispositivo potrà effettuare fino a 15 azioni diverse, tra rotazioni, scatto di foto, avvio od interruzione della ripresa e molto altro.

Potrete quindi definire con estrema precisione dove, come e quando riprendere, inoltre con un’apposita funzione di GS Pro sarà possibile ricreare mappare edifici e territorio in 3D. Ottimo quindi anche per usi professionali.

CrystalSky Monitor

dji-ces-2017-02

Conclude il round di novità quello che viene lanciato come un prototipo: il CrystalSky Monitor. Se diventerà un prodotto finale permetterà non solo di controllare il drone su uno schermo 4K a 60 Hz, ma anche di rivedere i filmati da una scheda microSD. Il monitor è stato pensato in due varianti, una da 5,5″ e l’altra da 7,85″ entrambe alimentate da batteria da 4920 mAh, per fino a sei ore di autonomia.

Via: 9to5mac.com