El Salvador vuole costruire una Bitcoin City

El Salvador vuole costruire una Bitcoin City
Vincenzo Ronca
Vincenzo Ronca

El Salvador è balzata all'attenzione globale da quando il suo presidente, Nayib Bukele, ha riconosciuto ufficialmente e legalizzato il Bitcoin come una moneta. In questo modo, lo stato sudamericano è diventato il primo al mondo a riconoscere ufficialmente una criptovaluta.

Nelle ultime ore sono arrivate ulteriori novità sul tema. Il presidente salvadoregno Bukele ha riferito di voler costruire una Bitcoin City. Si tratterebbe dunque di costruire da zero una vera e propria città con una centrale geotermica per supportare il mining di criptovalute. In questo micro-cosmo della criptovaluta non sarebbero previste tasse sulle proprietà e plusvalenze.

Per supportare gli sforzi, El Salvador ha lanciato un "Bitcoin bond" da 1 miliardo di dollari statunitense, di cui la metà sarà utilizzata per costruire infrastrutture energetiche e minerarie, mentre il resto sarà utilizzato per acquistare più valuta digitale. Successivamente il governo salvadoregno dovrebbe iniziare a vendere, dopo 5 anni precisamente, le partecipazioni in criptovalute, pagando un dividendo extra a chi deterrà le obbligazioni.

La mossa di El Salvador rientra nel piano di rilancio dell'economia del paese, in seria difficoltà finora. Questo passerebbe chiaramente dall'attrarre maggiori investimenti stranieri nella nuova politica economica. Rimane da capire se verranno concessi incentivi fiscali agli investitori stranieri, magari con la condizione di risiedere nella nuova Bitcoin City.

A proposito del progetto di El Salvador, la Bitcoin City dovrebbe sorgere vicino a un vulcano lungo il Golfo di Fonseca, tra La Unión e Conchagua. Al momento non sono state indicate tempistiche per l'inizio dei lavori.

Via: Engadget
Fonte: BBC News

Commenta