Emulatore, Wonder Bar e molto altro nel presente di Windows 10X (aggiornato: nuove foto)

Giovanni Bortolan

Microsoft ha iniziato la procedura di rilascio dell’emulatore del suo nuovo sistema operativo, Windows 10X, ovvero la versione di Windows studiata appositamente per i dispositivi a doppio schermo come il Surface Duo. Il software, disponibile al download sul sito ufficiale, è principalmente rivolto agli sviluppatori volenterosi di testare il comportamento delle loro future applicazioni, ma è usufruibile da tutti coloro i quali abbiano delle competenze di Visual Studio.

Tutto questo fa parte del percorso intrapreso da Microsoft per permettere ai programmi win32 di funzionare all’interno di Windows 10X, in contemporanea con le Universal Windows Apps (UWP) e le Progressive Web Apps (PWA). Grazie a questo emulatore sarà possibile infatti eseguire i programmi win32 all’interno di “containers” che evitano problemi di compatibilità software e consumi eccessivi.

La possibilità di avere due schermi (o uno pieghevole) inoltre ha aperto numerose strade percorribili, una tra queste ha permesso a Microsoft di sviluppare la cosiddetta Wonder Bar, una porzione di schermo che assolverà, a seconda dei programmi, funzioni diverse (in maniera molto simile a quanto già visto su alcuni portatili dual-screen).

LEGGI ANCHE: Google tira le somme del suo 2019 in ambito sicurezza

A questo punto la parola passa agli sviluppatori interessati, che sono invitati a testare le proprie app e ad adattarle al nuovo sistema. L’intenzione di Microsoft infatti, è  quella di garantire un pacchetto completo di programmi compatibili già al lancio ufficiale, previsto per la fine dell’anno.

Aggiornamento14/02/2020

Una carrellata di screenshot è emersa di recente, ed è giusto quel che serviva per capire meglio l’interfaccia sviluppata da Microsoft.

Fonte: The Verge