ER16 è il primo monopattino elettrico Made in Italy: risalto a comodità e sicurezza (foto e video)

Giovanni Bortolan

È stato presentato ufficialmente alla fiera EcoMob Expo 2020 di Pescara ER16, il monopattino elettrico Made in Italy. Il nuovo veicolo, sviluppato in collaborazione con Gboard, è il nuovo prodotto di punta di RiDE | Smart Mobility, la startup italiana che nel 2019 ha dato vita al servizio di bike sharing ibrido alimentato dall’innovativo RiDERBANK.

L’ER16 è il primo monopattino elettrico Made in Italy ed è considerato dall’azienda il più sicuro sul mercato, grazie alla dimensione delle ruote, delle pedane (21cm) ed molto altro. La batteria a bordo, chiamata RiDERBANK 2.0, è portatile (pesa solo 500g) e si ricarica da 0 a 100 in 3,5 ore.

La batteria non è l’unica novità introdotta dall’ER16. La linea e le caratteristiche del monopattino sono state appositamente studiate per dare vita a un veicolo molto più performante e sicuro rispetto alla maggioranza dei monopattini elettrici attualmente presenti sul mercato. In particolare, come già accennato prima, la ruota da 16″ permette una stabilità su strada particolarmente stabile, consentendo al veicolo di superare senza difficoltà anche piccole buche.

LEGGI ANCHE: Finalmente c’è una data per il bonus mobilità: dal 4 novembre via ai rimborsi fino a 500€

Il monopattino ER16 250W nella sua versione base è in pre-ordine sullo store di RiDE a partire da 999€ e l’acquisto rientra nel Bonus Mobilità .L’azienda ha inoltre da poco lanciato una campagna di crowdfunding tramite la piattaforma 200crowd.com per finanziare la produzione di massa di ER16.