Face Pay, pagare la metro con il riconoscimento facciale

Face Pay, pagare la metro con il riconoscimento facciale
SmartWorld team
SmartWorld team

La rete metropolitana di Mosca ha lanciato un sistema di pagamento delle tariffe che utilizza la tecnologia di riconoscimento facciale nelle sue oltre 240 stazioni. Cartina geografica alla mano, si tratta di un'iniziativa che secondo le autorità è la prima del suo genere al mondo.

Il sistema ferroviario sotterraneo della capitale russa, che risale agli anni 30, aveva sperimentato l'uso di un sistema basato sul riconoscimento facciale dal dicembre 2020 con migliaia di moscoviti già iscritti al programma. Ma andiamo per ordine e ricostruiamo tutta la vicenda, immaginando anche le prospettive che deriveranno dall'implementazione di questa soluzione.

Nuovo sistema Face Pay per pagare la metro

Mosca, una città di 12,7 milioni di abitanti, possiede uno dei più grandi sistemi di videosorveglianza al mondo. Ha utilizzato la tecnologia di riconoscimento facciale per imporre la quarantena nel periodo di piena pandemia da Covid-19. I manifestanti che partecipano alle manifestazioni politiche riferiscono che la polizia locale l'avrebbe sfruttata per effettuare arresti e detenzioni preventive.

Le autorità ora offrono ai pendolari la possibilità di utilizzare il riconoscimento facciale per pagare la tariffa con un sistema denominato Face Pay ai tornelli dotati di telecamere. Siamo ancora nella fase di sperimentazione. Più precisamente, il test dovrebbe coinvolgere inizialmente solo 1.000 passeggeri e solo sulla linea 4. Più avanti dovrebbero essere incluse più linee di trasporto.

Al via la fase di test Face Pay per il riconoscimento facciale

Per partecipare al progetto Face Pay, occorre fare domanda sul sito web dedicato del dipartimento dei Trasporti della capitale russa. I selezionati possono così attraversare i cancelli via riconoscimento facciale e trasferirsi gratuitamente all'interno del circuito della metropolitana. Come evidenziato dal dipartimento russo, chi partecipa al test conserva il diritto di recedere dal progetto in qualsiasi momento.

In precedenza, la metropolitana di Mosca - riferiscono dalla capitale - era riuscita a ridurre le code alle biglietterie di 3,3 volte grazie allo sviluppo di tecnologie di pagamento contactless. Il tempo dirà se il test avrà successo o meno. Quando i passeggeri inizieranno a muoversi con maggiore liberà nei sistemi metropolitani di tutto il mondo, l'avvento del pagamento facciale potrebbe alleviare la congestione e l'affollamento.

Come funziona il riconoscimento facciale Face Pay

Prima di utilizzare il sistema, i pendolari devono inviare la propria foto e collegarla alle carte di trasporto e bancarie tramite l'applicazione della metropolitana di Mosca. In pratica sono chiamati a caricare i propri dati in un'app, la loro fotografia e allegare una carta di credito. I passeggeri possono utilizzare la tecnologia in uno qualsiasi dei tornelli designati se hanno un account della metropolitana configurato con i loro dettagli bancari e dati biometrici.

Per utilizzare la metropolitana, i pendolari registrati con Face Pay devono semplicemente guardare in una telecamera installata in un tornello designato. Dopo essersi avvicinati a una delle telecamere del tornello, la tariffa viene infatti addebitata in automatico sul conto bancario del passeggero e il tornello si apre.

Privacy a rischio con la tecnologia Face Pay?

Secondo il dipartimento dei trasporti della città di Mosca, i dati dei pendolari che utilizzano la tecnologia Face Pay. sarebbero al sicuro. Sarebbero cioè crittografati e protetti. Tuttavia, secondo i gruppi organizzati per i diritti digitali, il sistema potrebbe minare la privacy e i diritti umani. Roskomsvoboda, ad esempio, uno dei gruppi più noti per la protezione dei diritti digitali e della libertà di informazione, ha messo in guardia sul possibile impiego di Face Pay per scopi di sorveglianza.

Di più: per Human Rights Watch, la mancanza di regolamentazione e responsabilità a livello federale si rifletterebbe nell'assenza di trasparenza e protezione dei dati nelle politiche locali.

Face Pay, modo alternativo e non sostitutivo per pagare la metro

Come argomentato da Maxim Liksutov, capo del dipartimento dei Trasporti della capitale russa, "Mosca è la prima città al mondo in cui questo sistema funziona su tale scala". A suo dire l'uso di Face Pay è e rimarrà volontario. Non a caso sono comunque rimasti in vigore anche altri metodi di pagamento sono rimasti in uso.

A completamento del quadro, l'ufficio del sindaco di Mosca ha ricordato il progetto di implementazione di un sistema di riconoscimento facciale nella metropolitana per individuare i criminali ricercati nel 2018, ai tempi in cui la Russia ha ospitato la Coppa del Mondo di calcio.

Commenta