Fiat Chrysler abbraccia la guida autonoma di Intel

Cosimo Alfredo Pina

Dopo l’annuncio di settimana scorsa, sulla produzione una flotta da 100 auto self-driving in collaborazione con BMW, Intel torna con nuove novità sul fronte guida autonoma, questa volta che riguardano un’azienda a noi, come Italia, storicamente più vicina.

Arriva infatti l’annuncio che Fiat Chrysler Automobiles collaborerà con il colosso dei processori per lo sviluppo di tecnologie per guida autonoma e semi-autonoma.

Per far sì che la tecnologia di guida autonoma avanzi, è vitale formare alleanze tra i produttori di auto, sviluppatori di tecnologie e fornitori. Unendoci in questa cooperazione FCA sarà in grado di beneficiare direttamente delle sinergie ed economie di scala [diminuzione dei costi di produzione] che sono possibili quando le aziende puntano insieme ad un obiettivo ed una visione comune.

Sergio Marchionne, CEO di FCA

Intel, che ha da poco acquisito Mobileye può già contare su nomi del calibro di BMW, Volvo, Buick e Cadillac per lo sviluppo della sua tecnologia a guida autonoma e adesso si aggiunge anche FCA. Tra l’altro siamo ben oltre la fase teorica.

Entro fine 2017 saranno effettuati test grazie ad una flotta da 140 veicoli con l’obiettivo di portare in produzione i primi modelli self driving con tecnologia di livello 4, quindi totalmente autonoma ma con possibilità di intervento manuale del conducente, entro il 2021. Tra questi ci sarà anche una 500?

Via: The Verge