Final Fantasy VII remake in Europa arriverà prima, per fronteggiare i ritardi da coronavirus

Giovanni Bortolan

A causa dei probabilissimi ritardi relativi a spedizioni e consegne dovuti all’emergenza coronavirus, Square Enix ha comunicato la decisione di spedire in anticipo le copie fisiche di Final Fantasy VII Remake in Europa e Australia. Lo scopo di Square Enix è quello di poter garantire a tutti di giocare al nuovo titolo in uscita il giorno stesso del lancio, ovvero il 10 aprile.

Il produttore poi continua il proprio comunicato con un appello: a fronte della situazione attuale e vista la grandissima probabilità che qualcuno metta le mani sul gioco prima del lancio ufficiale (pratica che in gergo viene definita come rompere il day-one), Square Enix chiede di impegnarsi a non spoilerare i contenuti del gioco. Si tratta sì di un remake, ma non mancano dei contenuti esclusivi non presenti nella versione originale.

LEGGI ANCHE: Vota la tua fotocamera top di gamma preferita

Vi ricordiamo infine che Final Fantasy VII Remake è un titolo in uscita in esclusiva per PS4, sviluppato da Square Enix sotto la produzione di Yoshinori Kitase e la direzione artistica di Tetsuya Nomura (Kingdom Hearts).