In Francia inizia la nuova era senza telefono fisso: addio a tutti i dispositivi via cavo entro il 2023

Vincenzo Ronca

La Francia si prepara ad una svolta epocale nell’ambito della telefonia, dando l’addio al classico servizio di telefonia fissa e rimuovendo tutti i dispositivi di questo tipo entro il 2023 dalle case dei francesi. Il processo è già in fase di sperimentazione in Bretagna e presto si estenderà al resto del paese.

Al momento, ci sono 20 milioni di francesi che ancora usano il servizio di telefonia fissa, dei quali almeno il 50% non possiede alcun tipo di connessione ad internet. Per queste persone il prossimo novembre potrebbero sopraggiungere dei problemi: Orange, il maggior operatore telefonico in Francia precedentemente conosciuto come France Telecom, ha annunciato che dal prossimo novembre non commercializzerà più offerte includenti solo servizi di telefonia fissa.

LEGGI ANCHE: come vola il mini drone Xiaomi

L’obiettivo è mandare in pensione entro 4 anni tutti i telefoni fissi, connessi alla rete mediante il classico standard RJ45, in favore dei dispositivi abbinati a box e smartbox collegati a internet. L’intento di modernizzarsi, però, potrebbe scontrarsi con la parte di utenza più anziana ed arretrata tecnologicamente, la quale potrebbe mal recepire il cambio dopo anni di telefono fisso. A tal proposito, una sperimentazione è già partita da mesi in 14 comuni della Bretagna e presto si diffonderà su scala nazionale.

Voi avete, e soprattutto usate, ancora il servizio di telefonia fissa? Secondo voi, un cambio del genere in Italia sarebbe utopistico?

Via: CorriereComunicazioni
  • Gianluca

    Da noi non c’è problema: non lo faranno prima di 30 anni. E per quell’epoca i “vecchi” sono i “giovani” di adesso 🙂

  • Andrea Lasagni

    RJ45? …forse volevate dire RJ11. Che poi cosa c’entra il tipo di plug? Semmai il senso corretto della frase doveva essere espressa dicendo che l’obiettivo è mandare in pensione entro 4 anni tutti i telefoni connessi (direttamente) con tecnologia analogica su rete RTG/PSTN, a favore della tecnologia VoIP.
    Giornalismo moderno.