Fujifilm X-A5: ecco la nuova entry level con AF potenziato, "4K" ma niente X-Trans (foto e video)

Fujifilm X-A5: ecco la nuova entry level con AF potenziato, "4K" ma niente X-Trans (foto e video)
Cosimo Alfredo Pina
Cosimo Alfredo Pina

Dopo aver rinnovato la fascia più alta dei suoi prodotti, Fujifilm porta adesso sul mercato novità nella fascia entry level. Ecco quindi la nuova Fujifilm X-A5, mirrorless che ricalca nella filosofia la X-A3 pur portando dentro di sé qualche interessante sorpresa.

Il sensore che monta è sempre un CMOS formato APS-C con risoluzione 24 megapixel e tecnologia Bayer (la X-Trans resta appannaggio dei modelli superiori), ma questa volta con autofocus a contrasto di fase che dovrebbe dare una bella marcia in più nella messa a fuoco, anche di soggetti in movimento.

Lato software Fujifilm ha lavorato per migliorare il riconoscimento delle scene e il potenziamento dei filtri, con riproduzione dei toni della pelle ottimizzata e altri più avanzati come HDR e rimozione della foschia. Presenti anche i video in 4K, ma un po' castrati: 15 fps e lunghi non più di cinque minuti. In compenso la connettività è al top con Bluetooth e Wi-Fi.

Esternamente non ci sono novità sostanziali, con lo stesso stile elegante vintage andate, che però non rinuncia al display ribaltabile (qualcuno ha detto selfie?) e flash pop-up. Oltre alla nuova fotocamera Fujifilm lancia anche l'obiettivo XC 15-45mm F3.5-5.6 OIS PZ, un 23-69 mm equivalente stabilizzato e con zoom motorizzato che pesa solo 136 grammi.

I due prodotti vengono lanciati non a caso insieme. Infatti la Fujifilm X-A5 arriverà da noi a marzo in kit con l'XC 15-45mm F3.5-5.6 OIS PZ ad un prezzo di 620€.

Mostra i commenti