Fujifilm X-H1: la nuova mirrorless strizza l’occhio ai videomaker (foto)

Cosimo Alfredo Pina -

Dopo la entry level X-A5, Fujifilm rinfresca la fascia alta con la X-H1, un tipo di prodotto inedito per l’azienda ossia una fotocamera ottimizzata anche per le riprese video. La Fujifilm X-H1 è una fotocamera sì mirrorless ma di dimensioni generose e ricca di feature. Vediamo quali.

Caratteristiche

Il sensore a bordo della X-H1 è lo stesso della X-Pro2 (e le altre Fuji di fascia media o alta), ossia il 24 megapixel formato APS-C con filtro X-Trans. Questo è affiancato da un sistema di stabilizzazione a cinque assi integrato nel corpo e componentistica che permette di usarla anche per girare video in DCI 4K fino a 23.97 e 24 fps con bitrate fino a 200 Mbps.

C’è il supporto interno alla gamma neutra F-Log, una simulazione pellicola ottimizzata per i video chiamata “Eterna” ed una modalità “Silent” che permette di variare tutti i parametri di ripresa dal touchscreen; perfetto per evitare le interferenze dovute alla pressione dei tasti o alla manipolazione delle ghiere.

Peccato per l’assenza del 4K a 60 fps e il limite dei video a 15 minuti di lunghezza (29 minuti e 59 secondi con grip opzionale). Il comparto fotografico non viene certamente messo da parte. Questo sensore si rivela uno dei migliori tra gli APS-C e su questa X-H1 può essere usato per scattare raffiche fino a 14 fps. Completa il tutto connettività wireless, schermo ribaltabile e corpo tropicalizzato.

Prezzo e uscita

Come detto un prodotto di fascia alta che se la vede con un concorrenza tosta, quella delle fotocamere dedicate anche ai videomaker. Oltre a caratteristiche davvero interessanti, la Fujifilm X-H1 viene comunque lanciata con un prezzo tutto sommato niente male. Per il solo corpo serviranno, dal prossimo marzo, 1.939,99€. Stiamo parlando di numeri importanti, ma tuttosommato commisurati a quello che sulla carta ha da offrire questa Fuji.

Immagini