Fujifilm X-S10 ufficiale: mirrorless di qualità, ma “diversa” dalle altre Fujifilm

Vezio Ceniccola

Fujifilm X-S10 è la nuova mirrorless con ottiche intercambiabili che vuole portare ad un nuovo livello l’esperienza fotografica offerta dalla casa nipponica. Una macchina pensata per essere diversa e complementare rispetto agli altri modelli della serie X, visto che integra un hardware simile alle top gamma ma il tutto è inserito all’interno di un design innovativo per Fujifilm, più vicino alle fotocamere di fascia entry-level e a quelle della concorrenza. Andiamo dunque a vedere da vicino tutte le novità di questa macchina.

Caratteristiche Tecniche: Fujifilm X-S10

Per presentare la nuova X-S10, l’azienda giapponese ha sottolineato sin da subito come questa mirrorless abbia un approccio e un feeling molto diverso rispetto alle altre Serie X, come ad esempio X-T4 e X-T30. Tale aspetto si riconosce immediatamente guardando il design: la X-S10 presenta alcune classiche linee vintage in stile Fujifilm, ma ha un grip molto più pronunciato e una diversa disposizione delle ghiere superiori. Anche le dimensioni sono molto più compatte rispetto ad una X-T4, cosa che rende la X-S10 più maneggevole, più comoda da portare al collo o in borsa. Rimane comunque molto alta la qualità costruttiva: la struttura interna è realizzata in lega di magnesio ed è molto solida, anche se manca la tropicalizzazione.

Sulla parte alta e su quella posteriore ci sono belle novità. Il design dei comandi è stato ripensato per assicurare un utilizzo più semplice con una sola mano. Rispetto agli altri modelli di Serie X non c’è la ghiera multifunzione per impostare al volo tempi e ISO, ma una ghiera per le modalità P/S/A/M, simile a quella vista sui modelli entry-level di Fujifilm. Sul retro è presente il joystick per gestire la messa a fuoco e gli altri comandi principali. Il mirino OLED è lo stesso della X-T4, così come il display LCD da 3″, completamente orientabile. Non mancano flash-pop, porta USB-C per la ricarica, porta micro-HDMI e ingresso jack da 3,5 mm per il microfono. Lo slota per la scheda SD è singolo.

L’hardware interno è quasi identico rispetto a quello della Fujifilm X-T4, e questa è un’ottima notizia. Ritroviamo dunque la premiata coppia con sensore APS-C X-Trans CMOS 4 da 26,1 MP e processore d’immagine X-Processor 4, che tanto bene hanno fatto con la X-T4, ponendosi al top per quanto riguarda prestazioni e qualità d’immagine. La compatibilità con le ottiche Serie XF assicura già un parco lenti molto ampio. Limitandosi alla categoria APS-C, difficilmente si trovano avversari allo stesso livello.

Tutto nuovo è, invece, il sistema di stabilizzazione a 5 assi IBIS, che è stato completamente ripensato per assicurare due vantaggi fondamentali: da una parte le dimensioni – è più piccolo e leggero rispetto a quello di X-T4 – e dall’altra il consumo energetico, ulteriormente ottimizzato per non pesare sull’autonomia complessiva della macchina. Le prestazioni sono paragonabili al sistema di X-T4, con operatività fino a -7 EV e fino a 6 stop.

Come detto, tutto questo produce una qualità di scatto ai vertici per la categoria APS-C. Le prestazioni sono praticamente identiche alla X-T4, con una resa cromatica molto fedele, una raffica fino a 8 fps con otturatore meccanico e un auto-focus velocissimo, grazie anche alla tecnologia Face/Eye AF. La color science di Fujifilm si ritrova in tutta la sua qualità anche su questa X-S10, dove si possono utilizzare le classiche Simulazioni Pellicola già viste su altri modelli Serie X: sono disponibili 18 preset già pronti all’uso, basta scorrere con la ghiera in alto a sinistra. Se si usa la modalità automatica, la macchina si occuperà di scegliere da sola quale sia la Simulazione Pellicola più adatta alla scena inquadrata. Se invece preferite impostare manualmente i profili colore, ora potete usare 4 slot con le posizioni C1-C4.

Anche a livello video ci sono ottime notizie. Sebbene in questo caso ci siano piccole rinunce rispetto alla X-T4, chi vuole fare video da professionista avrà pane per i suoi denti: si può girare in 4K/30p 4:2:0 a 8-bit su scheda di memoria SD e in 4K/30p 4:2:2 a 10-bit tramite la porta HDMI. Se si scende a risoluzione Full HD si può arrivare a 240p. Il design delle componenti interne è stato studiato per garantire una migliore dissipazione del calore, soprattutto durante le registrazioni video prolungate. Inoltre, tramite il nuovo pulsante Movie si può avviare rapidamente una registrazione in modalità automatica.

La parte software è stata ulteriormente ammodernata ed ora presenta menu più chiari e semplici da usare. Quando si entra nella modalità video è ora presente un nuovo count-up clock sulla parte alta. Come le altre mirrorless Serie X, anche la nuova X-S10 sarà compatibile da subito con l’app Camera Remote APP e il software X Webcam, mentre il supporto a gimbal e droni arriverà solo a primavera 2021.

Uscita e prezzi

Fujifilm X-S10 sarà in vendita in Italia da metà novembre 2020 con prezzi a partire da 1.019,99€ per il solo corpo macchina, una cifra più bassa rispetto a quella di X-T4. Se invece volete prenderla in kit con un’ottica serie XF, trovate a seguire il listino completo dei prezzi comunicati sinora:

  • Fujifilm X-S10 solo corpo: 1.019,99€
  • Fujifilm X-S10 + XF 15-45 mm: 1.169,99€
  • Fujifilm X-S10 + XF 18-55 mm: 1.469,99€
  • Fujifilm X-S10 + XF 16-80 mm: 1.549,99€

Trovate a seguire alcune immagini della nuova Fujifilm X-S10, in modo da poterla ammirare da ogni lato. Per maggiori informazioni sulla scheda tecnica, vi consigliamo di visitare il sito ufficiale Fujifilm a questo indirizzo.

Fujifilm X-S10 – Immagini