Il piano di General Motor per l'elettrificazione totale

General Motors punta a estendere il proprio raggio d'azione sfruttando i componenti necessari per la transizione elettrica: ecco la sua strategia
Il piano di General Motor per l'elettrificazione totale
SmartWorld team
SmartWorld team

La transizione verso l'elettrico e i motori elettrificati è ormai avviata, e l'industria automobilistica si sta muovendo in diverse direzioni per adeguarsi e arrivare preparata al momento (sempre più vicino) in cui i tradizionali motori termici diventeranno di fatto off limits. General Motors, l'azienda americana che produce marchi come famosi in tutto il mondo tra cui Cadillac, Chevrolet e Buick, ha svelato dunque la sua strategia, annunciando l'intenzione di allargarsi a tutto il settore trasporti.

I componenti per l'elettrificazione varranno 20 miliardi di dollari

L'intenzione di General Motors infatti è quella di elettrificare non solo le auto, ma anche aerei, treni e barche, e di dedicare una fetta dei propri investimenti al cosiddetto "elettromod", la conversione elettrica dei veicoli a motore a combustione. Per farlo GM si concentrerà sui componenti, che verranno utilizzati per raggiungere un gruppo più eterogeneo di potenziali clienti e aiutare le aziende ad adattarsi alla crescente domanda di tecnologia a zero emissioni.

GM stima infatti che non tanto il mercato elettrico, quanto quello per i soli componenti dell'elettrificazione potrebbe avvicinarsi ai 20 miliardi di dollari entro il 2030, complice il numero crescente di industrie che stanno stabilendo i propri obiettivi di riduzione delle emissioni. Differenziare investimenti e ambiti di intervento, dunque, potrebbe essere la chiave per attraversare con profitto una transizione che, alla luce dei tempi imposti, ha messo in seria difficoltà numerose realtà dell'industria automobilistica.

L'idea di General Motors è invece quella di sfruttare il momento storico e di non concentrarsi solo sulla produzione di auto elettriche, ma di "vendere" le proprie competenze per consentire ad altre aziende di raggiungere gli obiettivi ambientali: "I componenti dell'elettrificazione fanno parte dello sforzo di GM di estendere le prestazioni e i vantaggi della tecnologia a emissioni zero a nuovi settori - conferma la nota ufficiale - e fungono da naturale estensione della strategia di crescita di GM".

 Il progetto di conversione elettrica del concept Lingenfelter El Camino è la prima applicazione del pacchetto Chevrolet Performance Electric Connect e Cruise eCrate

Il progetto di conversione elettrica del concept Lingenfelter El Camino è la prima applicazione del pacchetto Chevrolet Performance Electric Connect e Cruise eCrate

Fonte: General Motors

Navi, aeroporti, treni: le aree di intervento di GM

Forte di questa idea, l'azienda ha quindi messo a punto una strategia a 360 gradi che comprende principalmente 4 aree:

  • Chevy Performance e Aftermarket: il pacchetto Electric Connect e Cruise eCrate di prossima uscita verrà sfruttato da General Motors per estendere la tecnologia elettrica all'aftermarket. Chi è già in possesso di veicoli GM o chi li vende, insomma, potrà lavorare con installatori qualificati ​​dell'azienda formati per sostituire il tradizionale motore a combustione interna di un veicolo con un sistema di propulsione completamente elettrico. Il programma dovrebbe partire a nel 2022 e coinvolgere inizialmente una serie di modelli selezionati.
  • GM Powered Solutions: GM Powered Solutions inizierà a introdurre set di componenti elettrici su misura e sfrutterà le risorse del team per identificare chi potrebbe trarre vantaggio dall'elettrificazione, lavorando per integrare strategicamente la più recente tecnologia elettrica in applicazioni personalizzate. Nell'operazione sono coinvolti i segmenti GM Marine, On-Highway, Off-Highway e Industrial, e i componenti e i sistemi interni verranno estesi ad altre imprese per consentire loro il passaggio all'elettrico.
  • Attrezzature di supporto a terra: collaborando con Textron Ground Support Equipment Inc., una società di Textron Inc, GM fornirà componenti per veicoli elettrici per elettrificare tutti quei mezzi utilizzati negli aeroporti per il carico e scarico merci e per la manutenzione degli aerei tra i voli.
  • Propulsione marittima: oltre a supportare i clienti GM Marine esistenti, l'azienda ha investito nella società di moto d'acqua elettriche Pure Watercraft con sede a Seattle, che "rappresenta un'opportunità per portare la tecnologia dei veicoli elettrici nell'industria marittima e aiutare a preservare il godimento della vita all'aria aperta per le generazioni future". Insieme, le due società svilupperanno e commercializzeranno imbarcazioni elettriche a batteria per accelerare la transizione verso la mobilità elettrica.

"GM ha una strategia consolidata, una rete di collaboratori e accordi di co-sviluppo per applicare una grande varietà di componenti e soluzioni a un'ampia gamma di clienti e casi d'uso - ha detto Travis Hester, vicepresidente di GM per le operazioni di crescita dei veicoli elettrici - Poiché le aziende di molti settori cercano di ridurre il proprio impatto ambientale, GM è in una posizione unica per fungere da leader non solo attraverso nuovi veicoli elettrici nei nostri marchi, ma anche attraverso applicazioni tecnologiche aggiuntive. I nostri clienti trarranno vantaggio dalla vasta rete di risorse, supporto ed esperienza di GM come innovatore nello spazio dell'elettrificazione".

Commenta