Gli smart display non-Nest non hanno più un browser: ecco perché

Gli smart display non-Nest non hanno più un browser: ecco perché
Vincenzo Ronca
Vincenzo Ronca

Non si tratta di un bel periodo per coloro che possiedono uno smart display che non si avvale di tutti i servizi e protocolli di sicurezza Google, ovvero un dispositivo che non fa parte della gamma Nest.

A partire dall'inizio dell'anno diverse segnalazioni sono emerse in rete in merito all'impossibilità per questo tipo di display, come alcuni Lenovo e JBL, di visualizzare le informazioni richieste online. Google ha spiegato che questo accade perché è stato disabilitato volontariamente il browser su questo tipo di smart display. La motivazione è di sicurezza: questi dispositivi non userebbero SafeSearch.

SafeSearch è il filtro automatico di Google ai contenuti online, che dovrebbe prevenire la visualizzazione di contenuti espliciti o vietati ai minori. Google riferisce che tale opzione è obbligatoria su smart display in quanto i contenuti richiesti possono essere visti e ascoltati da chiunque.

Pertanto è stato disabilitato il browser sui dispositivi che non supportano SafeSearch. Google ha concluso indicando che tali smart display potranno avvalersi della condivisione rapida di un link per visualizzare le informazioni richieste su uno smartphone.

Via: 9to5Google
Mostra i commenti