Google apre le porte di Assistant a nuovi dispositivi: TV, telecomandi multimediali e set-top box

Federica Papagni -

Se ci pensate sono tantissime le cose che si possono controllare in casa semplicemente utilizzando Google Assistant, dagli elettrodomestici ai caminetti, e più dispositivi vengono aggiunti alla sua ragnatela e più noi possiamo vivere comodamente la nostra quotidianità.

A tal proposito, durante il fine settimana Google Assistant ha ricevuto ufficialmente il supporto e la documentazione per tre nuove categorie di device: TV, telecomandi multimediale e set-top box.

Non è di certo una novità che l’Assistente di Google funzioni su Smart TV, dal momento che, oltre ad essere il supporto integrato di molti dispositivi Android TV e Google Chromecast, può connettersi anche a telecomandi Logitech Harmony o a NVIDIA Shield.

LEGGI ANCHE: Ecco le novità nel futuro di Disney+

La reale novità riguarda la documentazione. Grazie alle informazioni aggiunte nella pagina di supporto, ora gli sviluppatori potranno lavorare sui controlli di Google Assistant per questi dispositivi utilizzando gli strumenti di sviluppo pubblico di Google.

Tutti e tre i dispositivi appena aggiunti offrono diversi tratti comuni. Gli sviluppatori possono decidere di permettere agli utenti, ovviamente tramite comandi vocali, di:

  • controllare il volume;
  • controllare la riproduzione (play/pausa/skip);
  • selezionare un’app;
  • modificare i metodi di input;
  • accendere o spegnere il dispositivo.

Con la nuova documentazione offerta, le aziende potranno riuscire a far interfacciare Google Assistant con i loro dispositivi senza dover chiamare in causa BigG, almeno non fin dall’inizio.

Via: 9to5Google