Il CES di Google è all’insegna di Assistant (ma non dell’Italia): in arrivo su Android Auto e sugli Smart Display (video)

Nicola Ligas

The Google Assistant is your personal Google. Esordisce così il comunicato stampa di Google che riassume la centralità dell’assistente nei servizi dell’azienda, e soprattutto fa un interessante punto sul suo prossimo futuro.

Google Home

Il recap inizia quindi con Home, che purtroppo non è ancora disponibile in Italia. Vi ricordiamo infatti che Google Assistant è uno e trino, tanto che lo sviluppo (e la disponibilità) di Assistant su smartphone è indipendente da quello di Home (e da quello di Allo).  Per sapere cosa Assistant può fare, vi rimandiamo volentieri a al suo simpatico sito ufficiale, che però è in inglese, e vi mostrerà sì tutte le sue potenzialità, ma non quelle disponibili da noi.

Detto questo, purtroppo (perché ancora non lo abbiamo, appunto) ci sono novità interessanti per Google Home, dato che presto arriveranno dispositivi di questo tipo dotati anche di display. Con un post dedicato sul blog degli sviluppatori, Google annuncia infatti che nuovi dispositivi con Assistant built in, arriveranno nel corso dell’anno grazie a partner quali JBL, Lenovo, LG e Sony. Date un’occhiata al seguente video, e capirete subito di cosa parliamo.

Come avete visto, grazie all’interfaccia touch, che non è basata propriamente su Android ma su Android Things, è possibile interagire in modo più completo con lo speaker, guardare video su YouTube, eseguire video chiamate con Google Duo, mostrare le immagini di Google Foto e tanto altro. Il colpo d’occhio della home screen, con orario, meteo e consigli dell’assistente, è inoltre assai migliore di quello di un normale speaker senza schermo.

The Verge ha prontamente provato uno dei primi smart display di questo tipo, realizzato da Lenovo, del quale vi lasciamo l’hands-on qui sotto.

Chiudiamo il capitolo Home con un po’ di numeri. Assistant adesso funziona con oltre 225 brand di domotica su più di 1.500 dispositivi. Anche tanti produttori di Android TV l’hanno integrato, o lo faranno in futuro. Tra questi AirTV Player, Bouygues Telecom, LG U+, TCL, Skyworth, Xiaomi, Changhong, Element, Funai, Haier, Hisense e Westinghouse.

Android Auto

Google Assistant arriva su Android Auto, da questa settimana, almeno negli USA. Anche in questo caso restiamo all’asciutto insomma, ma anche solo per dovere di cronaca era giusto riportare la novità, sperando di poterla toccare con mano in un futuro non troppo lontano. Del resto Android Auto è disponibile su oltre 400 modelli da parte di oltre 40 brand, tra i quali Google ricorda Ford, General Motors, Nissan, Volkswagen e Volvo (ma sappiamo ce ne sono tanti altri).

Con Assistant su Android Auto potrete comandare l’infotainment del vostro veicolo senza alzare le mani dal volante, ascoltare playlist di Spotify o Google Play Music, navigare con Maps o Waze, chiamare, inviare messaggi su WhatsApp ed altro.

Non solo intrattenimento a bordo comunque, perché Assistant sarà integrato anche con l’app di Android Auto, ma Google sta lavorando con i vari car makers per integrarlo direttamente a bordo, senza bisogno di alcun telefono.

Fonte: Google