Google Clips: un’intelligenza artificiale offline diventa il vostro fotografo personale (foto e video)

Cosimo Alfredo Pina -

Ultimo dispositivo sul palco dell’evento Google dove sono stati presentati i nuovi Google Home, Pixel 2 e Pixelbook è la particolarissima Clips. Si tratta di una fotocamera che non punta alla qualità assoluta ma al catturare momenti altrimenti impossibili da immortalare.

Fare foto e brevi video di situazioni che sarebbero rovinate dall’atto del concentrarsi a scattare. Questo è sostanzialmente quello che la Google Clips è in grado di fare, ma dietro un concetto così semplice, spiega BigG c’è l’unione del meglio del suo hardware con il meglio del suo software.

LE ALTRE NOVITÀ: Pixel 2 | Pixelbook | Google Home Mini e Max

Ad animare Clips c’è infatti un sistema di machine learning totalmente funzionante offline che è in grado di capire quando la situazione si fa interessante (un sorriso, un cane che scodinzola…) e quindi girare brevi filmati, chiamati appunto Clips, da cui è poi possibile estrapolare scatti ad alta risoluzione.

Sul cloud ci finisce quindi solo quello che viene scelto dall’utente ed aumentare l’aspetto privacy c’è un LED che indica il fatto che la Clips è attiva. Pochi dettagli per adesso in termini di scheda tecnica, ma dalle immagini della presentazione abbiamo visto che, un po’ come un’action cam, avrà un obiettivo con campo a 130° ed apertura f/2,4.

Un dispositivo non inedito nel concetto, ma innovativo nella realizzazione. Riuscirà a sfondare? Forse il prezzo di 249$ frenerà l’entusiasmo, ma vedremo al momento del lancio sul mercato indicato con un generico “a breve”.