Google Home ora supporta oltre 10 mila dispositivi domotici, ma c’è chi fa (molto) meglio…

Edoardo Carlo Ceretti

L’ascesa di Google Home e Assistant è ormai inarrestabile. All’inizio di quest’anno, gli smart speaker di Big G assicuravano il supporto per circa 1.500 dispositivi smart home, salito a 5.000 al giro di boa del 2018 e ora ha già toccato quota 10.000, come vantato dalla pagina di supporto ufficiale di Google Home.

Se quindi state meditando di costruirvi un ecosistema di dispositivi ed elettrodomestici smart, con cui popolare casa vostra, scegliendo Google Home avrete l’imbarazzo della scelta. Specialmente nel nostro mercato, dove le alternative ancora latitano, ma nel ben più competitivo mercato statunitense, c’è chi ancora può amministrare un netto vantaggio sulla soluzione proposta da Google.

LEGGI ANCHE: Recensione Sonos One, lo speaker a cui manca solo la parola!

Si tratta di Amazon, che è stata una dei pionieri del settore e che dunque è riuscita ad operare di anticipo e costruirsi una solida base da cui puntare sempre più in alto. Il suo assistente vocale Alexa – che anima gli smart speaker della serie Echo – ad oggi supporta infatti oltre 20.000 dispositivi domotici, di fatto doppiando il rivale Assistant. Un divario che, tuttavia, si sta assottigliando e che Google punta ad azzerare nel corso del 2019. Vedremo se Amazon riuscirà a reagire adeguatamente, magari puntando anche su altri mercati – come l’Italia, dove il suo supporto ufficiale è ormai atteso a breve.

Via: Android PoliceFonte: Google