Google Home cela qualche segreto da smanettoni: API utilizzabili solo in locale

Cosimo Alfredo Pina

Google Home, lo speaker smart con Assistant, permette l’interazione con un gran numero di dispositivi, tramite sia integrazioni dirette, sia IFTTT. Quello che manca al dispositivo è un po’ di apertura alla community degli smanettoni, coloro che magari vorrebbero avere accesso alle funzionalità di riconoscimento dei comandi vocali per integrarle con i propri progetti.

A meno di non realizzare un’app ad hoc, che comunque necessita di approvazione finale da parte di Google, non ci sono molte altre vie per “parlare” via codice a Google Home, oppure no? Lo sviluppatore che su Reddit si fa chiamare rithvikvibhu ha scoperto alcune API nascoste dello speaker smart di Google, a cui è possibile accedere su rete locale.

LEGGI ANCHE: Google Home, la nostra recensione

Si tratta di metodi cosiddetti POST/GET, simili a quelli utilizzati per la navigazione web, che permettono di accedere a funzioni come informazioni su timer e sveglie impostati, cambio del nome del dispositivo, attivazione/disattivazione della modalità notte o la lista di dispositivi Bluetooth associati.

Niente che possa minare la sicurezza del dispositivo o che ne permetta il controllo, visto che comunque per accedervi si deve essere connessi sulla stessa rete, ma se siete degli smanettoni potete approfondire sulla documentazione stilata da rithvikvibhu e messa a disposizione di tutti su GitHub.

Via: Android PoliceFonte: Reddit