I Google Home hanno già superato le vendite di smart speaker Amazon, altro che secondo posto (forse) (foto)

I Google Home hanno già superato le vendite di smart speaker Amazon, altro che secondo posto (forse) (foto)
Matteo Bottin
Matteo Bottin

Si sa, gli analisti raramente forniscono dati che sono d'accordo con i report di altre aziende. Strategy Analytics giusto venerdì scorso aveva riportato come si, le vendite di smart speaker targati Google erano cresciute esponenzialmente, ma erano ancora dietro a quelle di Amazon. Oggi, Canalys, vuole andare contro questa tesi.

Il settore degli smart speaker è "il segmento di tecnologia con la crescita più rapida al mondo", con un bel +210% delle spedizioni del Q1 2018 rispetto lo stesso periodo dell'anno scorso. Ovviamente le spedizioni di dispositivi non corrispondono a numero di speaker comprati dai consumatori, ma possono dare una indicazione a grandi linee di come si sta muovendo il mercato.

Ma passiamo ai numeri: secondo Canalys, Google ha spedito 3,2 milioni di Home e Home Mini (Home Max non viene menzionato), contro i 2,5 milioni di dispositivi Echo di Amazon. Unrisultato non da poco, che porta lo share di Google al 36,2% mentre Amazon si deve "accontentare" del 27,7%. L'anno scorso Amazon deteneva il 79,6%, mentre Google appena il 19,3%.

Un po' più sotto troviamo le compagnie cinesi, che hanno spedito un discreto numero di dispositivi grazie a acquisti "nazionali": Alibaba ha piazzato 1,1 milioni di speaker Tmall Genie, e Xiaomi ne ha spediti 600.000. Apple invece non ha lasciato il segno, ed è inglobata nel dimenticato 17,3% degli "Altri" (anche se gli HomePod sono al terzo posto per vendite negli Stati Uniti).

Secondo Canalys il "successo" di Google sta nel canale di vendita: spesso i venditori tendono a preferire gli speaker di Google perché Amazon è un diretto competitor. Sinceramente ci sembra una ipotesi un po' "tirata", ma questa è la tesi fornita.

Parlando di zone di vendita, il mercato più fiorente è negli Stati Uniti (grazie anche alla maggior versatilità degli speaker in lingua inglese), mentre parecchio sotto troviamo Cina e Corea del Sud. Quest'ultima, con 700.000 spedizioni, ha ottenuto il terzo posto, scalzando il Regno Unito. E voi, cosa ne pensate degli smart speaker? Li usate?

Via: Venture Beat
Fonte: Canalys

Commenta