Google Home è finalmente un po' meno loquace: arrivano i suoni di conferma, li avete notati anche voi?

Google Home è finalmente un po' meno loquace: arrivano i suoni di conferma, li avete notati anche voi?
Edoardo Carlo
Edoardo Carlo

Quantomeno in Italia, il servizio offerto da Google Home è indubbiamente più rodato di quello dei dispositivi Echo di Amazon, sebbene le loro potenzialità siano ormai comparabili. Una cosa su cui gli smart speaker di Big G avevano da imparare da quelli del colosso dell'e-commerce era senza dubbio la gestione dei messaggi di conferma dei comandi ricevuti, spesso inutilmente verbosi e alla lunga fastidiosi. Era però, perché sembra che finalmente questo scoglio sia stato superato anche dai Google Home nostrani.

Questa sera infatti, ci siamo accorti che, a seguito della consueta richiesta a Google Home di accendere le luci di casa, il dispositivo emettesse soltanto un discreto suono di conferma, senza più ripetere la classica frase Ok, accendo il dispositivo pinco pallo.

Una novità che siamo sicuri fosse attesa da tutti i possessori di un Google Home, che finalmente sono in grado di capire quando una risposta articolata sia necessaria e quando non lo sia.

La novità era stata annunciata da Google nei mesi scorsi e aveva debuttato – come sempre accade – dapprima negli Stati Uniti. A meno che non si tratti di un test riservato soltanto ad alcuni utenti selezionati casualmente, sembra dunque che sia arrivata anche in Italia. Fateci sapere qui sotto nei commenti se avete notato che anche il vostro Google Home sia finalmente un po' meno chiacchierone rispetto a prima.

CANALE TELEGRAM OFFERTE

Commenta