Google Home può rispondere a tre domande alla volta (ma in italiano si accontenta ancora di una)

Edoardo Carlo Ceretti

Il Google I/O 2018 ha dimostrato, nel modo più chiaro e inequivocabile possibile, che il centro focale dell’esperienza utente offerta da Google di qui ai prossimi anni sarà Assistant. In particolare, Big G ha tracciato la direzione che intende intraprendere per il suo assistente vocale, ovvero quello di una sempre maggiore incidenza dell’intelligenza artificiale, al fine di instaurare conversazioni sempre più naturali fra Assistant e gli utenti.

Duplex è ovviamente il fiore all’occhiello, che tuttavia richiederà ancora del tempo per essere davvero disponibile per gli utenti, ma Google ha mostrato anche novità più concrete e pronte per entrare in servizio. Fra queste, la capacità di Google Home di comprendere fino a tre domande o comandi formulati all’interno di una stessa frase, senza soluzione di continuità e senza forzature per facilitare la comprensione dell’assistente. E, come accennato, questa novità da ora è realtà.

LEGGI ANCHE: Google Home Mini, la recensione

Sfortunatamente però, in questa prima fase di rilascio noi utenti italiani saremo esclusi, ma per una volta siamo in buona compagnia: la novità è infatti disponibile soltanto per gli utenti di lingua inglese negli Stati Uniti, Regno Unito, Canada ed Australia, escludendo dunque molti altri paesi. Il lato positivo però è che, prima o poi, anche noi potremo raccogliere i frutti di tutto il lavoro che Google sta portando avanti.

Via: Android Police