Google mette la freccia e sorpassa Amazon nel settore europeo degli smart speaker (foto)

Matteo Bottin - Almeno questo è quello che emerge dai dati pubblicati da IDC

Il segmento Smart Home è in crescita, e continuerà a crescere anche nei prossimi anni. Ad oggi però i due maggiori contendenti del mercato sono Google e Amazon. Nella sottocategoria degli smart speaker Amazon è sempre stata in vantaggio, ma pare che nel Q1 2019 Google abbia ingranato la marcia e abbia sorpassato la rivale, almeno per quanto riguarda il mercato europeo.

Questi almeno sono i dati forniti dall’osservatorio di IDC. Nel primo quarto del 2019 la categoria degli smart speaker è cresciuta del 58,1% (rispetto all’anno precedente) con 3,35 milioni di unità spedite, pari al 15,8% del mercato.

In mezzo a questi smart speaker, ora Google la fa da padrona: 45,1% dello share, tallonata da Amazon (con i suoi Echo) al 41,8%. In più, Google Assistant è presente nel 49,2% degli speaker venduti in Europa. Parte della causa sarebbe la non disponibilità, in parecchi paesi, di Echo Dot: questo avrebbe lasciato campo libero a Google Home Mini.

LEGGI ANCHE: I dispositivi smart domestici venderanno sempre di più

L’idillio di Google durerà poco: secondo IDC Alexa ritornerà in testa in quanto assistente vocale entro la fine del 2019. Il sorpasso definitivo di Assistant nei confronti di Alexa dovrebbe diventare definitivo nel 2022. Preferite Alexa o Assistant?

Fonte: IDC
  • gastro67

    assistant

  • Firn3000

    Ho entrambi e, per il mio utilizzo, hanno svantaggi e vantaggi entrambi; sotto indico i vantaggi di ciascuno (che si traducono in punti a sfavore per l’altro):
    Google: posso impostarlo usando contemporaneamente 2 lingue, non ho la seccatura di dover cercare l’app di ogni fornitore, non ha conflitti con Netflix, ha una spina di dimensioni decenti o posso collegarci qualsiasi cavo micro-USB, riconosce la voce di utenti diversi (comodo per la lista spesa, calendario ecc), si interfaccia con Google maps che uso abitualmente
    Alexa: recepisce molto meglio i comandi anche a volume alto (con Google occorre gridare per dirgli di abbassare il volume), ascolto i podcast di Radio 24 (con Google non c’è verso), Sonos One funziona con Alexa (sono 8 mesi che sto aspettando inutilmente con Google), l’EchoPlus è veramente comoda con Zigbee integrato