Google e Nest lavoreranno ancora a più stretto contatto per le smart home di presente e futuro

Edoardo Carlo Ceretti

Nest è una delle più celebri aziende che operano nel crescente settore della domotica, conosciuta anche in Italia principalmente per i suoi eccellenti termostati smart. I più attenti di voi sapranno che Nest è di proprietà di Google da ormai 4 anni, periodo durante il quale la reciproca collaborazione ha dato frutti di rilievo: Nest nell’ultimo anno ha venduto più dei due anni precedenti sommati, mentre Google si sta affermando come leader del settore smart home e IoT grazie ai suoi dispositivi Google Home.

Per sfruttare ancora meglio questa già proficua sinergia, Google ha annunciato ufficialmente che Nest unirà le proprie forze con il team di sviluppo hardware di Google, per lavorare ancora a più stretto contatto. Una mossa sicuramente intelligente da parte di Big G, che punta ad ottimizzare le risorse già a sua disposizione – oltre a continuare i propri investimenti in ricerca e sviluppo – per non lasciarsi sfuggire l’occasione di conquistarsi una posizione di predominio rispetto all’agguerrita concorrenza.

LEGGI ANCHE: Nest Cam IQ, la recensione

Ci auguriamo che questa nuova accelerazione da parte di Google – che darà i suoi frutti già nel breve termine – possa coincidere (o quantomeno preludere) anche con un maggiore impegno nell’estensione della sua lineup di prodotti hardware e software anche fuori dagli Stati Uniti – ci riferiamo in particolare all’ecosistema Google Home, purtroppo ancora non localizzato in italiano.

Fonte: Google