Google sta sperimentando la fotografia Light Field per una realtà virtuale più “reale” (foto)

Vincenzo Ronca

Google, mediante un post sul suo blog ufficiale, ci annuncia che sta sperimentando la fotografia in Light Field per migliorare sensibilmente la qualità della realtà virtuale.

Questo tipo particolare di fotografia è stato reso popolare dai dispositivi prodotti da Lytro, azienda produttrice di macchine fotografiche futuristiche. Sostanzialmente, si distingue dalla fotografia tradizionale perché acquisisce non soltanto i raggi luminosi che entrano nell’obiettivo della macchina ma tutti i raggi luminosi presenti nella scena da tutte le possibili direzioni.

LEGGI ANCHE: Yi Discovery 4K, la recensione

Acquisendo le immagini secondo questo principio, con un hardware e software adatti, rende possibile ottenere una realtà virtuale molto più realistica. Il team VR di Google sta lavorando anche sulla fruibilità di questo nuovo approccio costruendo un sistema di 16 fotocamere montate su un arco circolare che a sua volta ruota sul piano trasversale (guardate anche le immagini in galleria).

Un sistema come questo sviluppato dal team di Google dovrebbe essere più economico e meno complesso da costruire rispetto a quelli prodotti e venduti da Lytro a cifre che si attestano sui 125.000$. Alcune delle immagini scattate con questo nuovo sistema sono già disponibili in VR su Steam con l’app “Welcome to Light Fields“, tra le quali troviamo quelle acquisite nell’abitacolo dello Space Shuttle Discovery.

Via: The VergeFonte: Google