Google Wifi: unboxing e prima configurazione (foto e video)

Nicola Ligas

Google Wifi è da poco disponibile in Italia e non abbiamo resistito alla tentazione di provarlo subito. All’interno confezione troverete quindi il router mesh, il cavo di alimentazione (Type-C), ed un cavo ethernet per collegarlo al vostro modem.

Sì, perché la prima cosa da capire di Google Wifi è che non si occupa lui del collegamento ad internet, che dovrà avvenire tramite un altro apparecchio. Potete anche collegarlo al vostro vecchio modem/router, che rimarrà a monte, e poi lasciare che sia Google Wifi a generare e gestire la rete wireless alla quale andrete poi a connettervi.

Grazie all’app per Android ed iOS, la prima configurazione è di una semplicità disarmante, e completamente in italiano. Sarete guidati dall’app passo passo, come vi mostriamo nel seguente video. Ed una volta configurato il router, anche la gestione dello stesso appare da subito molto semplice ed intuitiva, con varie opzioni per controllare i dispositivi collegati e per monitorare la velocità della rete.

Ma di questo riparleremo più in dettaglio durante la recensione; per adesso guardate com’è Google Wifi in carne ed ossa, e se voleste comprarne uno lo trovate a partire da 139€ anche su Amazon.

  • markisha1979

    ma chi fa da dhcp server?

  • Mass8

    Ma si può usare anche collegarlo via WiFi e non tramite cavo lan al router?

    • Andrea65485

      No, almeno il primo punto deve essere connesso via cavo LAN, poi se ne hai più di uno, gli altri puoi anche collegarli solo alla corrente e basta, ma il primo deve essere necessariamente connesso al modem via cavo