GoPro si gioca la carta in “stile Leica”: sensori ed obiettivi anche per altri produttori

Cosimo Alfredo Pina -

GoPro pronta al grande passo: da marchio esclusivo di action cam a generico produttore di tecnologia. La mossa la compie con una collaborazione con Jabil, produttore di hardware che grazie alle licenze GoPro porterà sensori e sistemi ottici su dispositivi di terze parti.

La cosa ricorda un po’ quanto fa Leica, che offre la propria tecnologia fotografica anche per altri marchi come Panasonic e Huawei. In questo caso il marchio non però è incluso nel pacchetto e, senza troppe sorprese, dall’accordo sono escluse le action cam consumer.

Il vice presidente di Jabil Optics, la divisione ottica del produttore, ha dichiarato che “studi di mercato preliminari indicano come ci sia un forte interesse nel settore delle action cam enterprise per settori come domotica, militare, prevenzione degli incendi, forze dell’ordine, sicurezza e soccorso.”

LEGGI ANCHE: GoPro Fusion, la nostra recensione

Da lato GoPro c’è inoltre interesse nel portare la propria tecnologia anche in altri ambiti, come videoconferenze, robotica e auto a guida autonoma. In effetti più che come una vendita di licenze, quello dell’azienda finora sinonimo esclusivamente di action cam sembra più un’apertura a tutto tondo, con il vantaggio di tutelare il suo settore principale.

Siamo nelle fasi iniziali di questa manovra e non è chiaro come questo accordo si rifletterà sul mercato consumer. Dovremo probabilmente attendere qualche mese prima che si inizia a parlare di prodotti finiti, che molto probabilmente saranno dedicati al settore aziendale.

 

Via: TechCrunch