Il Bonus PC e Internet 500€ diventa legge: guida ai requisiti per ricevere il bonus

Il Bonus PC e Internet 500€ diventa legge: guida ai requisiti per ricevere il bonus
Vincenzo Ronca
Vincenzo Ronca

A partire dalla giornata di ieri, 1 ottobre, il Bonus PC e Internet è diventato legge e pertanto abbiamo l'ufficialità che sarà erogato a livello nazionale. Andiamo a vedere nel dettaglio in cosa consiste e chi ne avrà diritto.

Il Bonus PC e Internet corrisponderà a un voucher del valore di 500€ e sarà compatibile per l'acquisto di un tablet o un PC se abbinati a un contratto di rete fissa per la connessione a internet. Per essere più specifici, riportiamo quanto scritto in Gazzetta Ufficiale:

Il bonus corrisponde a 500€ e arriverà sotto forma di sconto, sul prezzo di vendita dei canoni di connessione ad internet in banda ultra larga per un periodo di almeno dodici mesi e, ove presenti, dei relativi servizi di attivazione, nonché per la fornitura dei relativi dispositivi elettronici (CPE) e di un tablet o un personal computer.

Dunque lo sconto di 500€ potrà essere usato per coloro che acquistano il tablet o PC abbinandolo a un contratto per la fornitura di servizi di connessione ad almeno 30 Mbps in download, rivolto alle famiglie che non detengono alcun contratto attivo di connettività, e a quelle che detengono un contratto a banda larga di base con velocità inferiore ai 30 Mbps in download. Smentita la notizia che parlava di PC o tablet in comodato d'uso. I dispositivi vengono infatti regolarmente acquistati e rimangono al compratore.

Avranno diritto al contributo tutti i nuclei familiari con ISEE inferiore ai 20.000€. La richiesta dei voucher sarà gestita da Infratel, con la quale dovranno interfacciarsi i vari operatori telefonici per proporre le loro offerte.  Le richieste andranno avanti fino a esaurimento scorte, per la durata massima di un anno. Per completare la richiesta saranno necessari un documento d'identità del componente del nucleo familiare e la dichiarazione ISEE in corso di validità. Si potrà richiedere un solo bonus per famiglia. La banda larga potrà essere FTTC, FTTH o wireless (non vanno bene i piani 4G degli operatori mobili). Si dovrà mantenere la connessione internet in casa per almeno 12 mesi.

Riepilogando:

  • PC e tablet acquistati (non in comodato)
  • Solo se abbinati a una linea di casa a più di 30Mbps (no ADSL)
  • ISEE familiare da meno di 20.000€
  • Solo se sprovvisti di linea internet di casa (o se a velocità inferiore a 30Mbps)
  • Si deve mantenere la linea internet per almeno 12 mesi
  • Fino a esaurimento del bonus

Nella pratica, il bonus sarà accessibile ai cittadini solo quando i vari operatori telefonici avranno proposto le loro offerte specifiche per avvalersene. Questo dovrebbe accadere nei prossimi 30 giorni. Rimangono alcuni interrogativi ancora aperti, come la modalità di verifica della velocità massima di download delle famiglie che già possiedono un contratto per la rete fissa. Presumiamo che nei prossimi giorni il Ministero dello Sviluppo Economico fornirà ulteriori delucidazioni.

Commenta