HoloLens 2 è realtà, ma non è ancora quel prodotto da salotto che vorremmo (video)

Giorgio Palmieri

La mixed reality secondo la scuderia Microsoft continua la sua naturale evoluzione con HoloLens 2, ma si tratta ancora di un prodotto destinato alle aziende, e non ai consumatori, proprio come il modello precedente, e proprio come quel Google Glass troppo spesso dimenticato. In particolare, la società di Redmond ha deciso che venderà il visore solo ai clienti aziendali che desiderano distribuirlo ai dipendenti, per scopi legati all’ambito lavorativo. Il prezzo? 3,500$, e sarà disponibile entro la fine dell’anno.

La seconda versione di HoloLens è ovviamente migliore in tutto rispetto al modello precedente. È più comodo, ha un campo visivo molto più ampio ed è in grado di rilevare oggetti fisici reali nella stanza. Presenta nuovi componenti come il sensore Azure Kinect, un processore ARM, dei sensori di rilevamento degli occhi e un sistema di visualizzazione completamente diverso. Non è finita qui: sfoggia un paio di altoparlanti e la visiera può essere ribaltata, in maniera tale che l’utente possa vedere meglio le proprie mani. Come ciliegina sulla torta, c’è una fotocamera frontale da 8 megapixel per le videoconferenze e utilizza anche l’USB-C per la ricarica.

LEGGI ANCHE: Anteprima Royole FlexPai, lo smartphone pieghevole che ha preceduto Samsung e Huawei

Non si parla quindi di soli miglioramenti incrementali, anzi: se nel primo HoloLens era possibile ammirare gli ologrammi in una piccola area, adesso non solo il campo visivo è stato raddoppiato, ma anche il tracciamento risulta più affidabile, contribuendo così all’illusione di essere davanti a figure olografiche. Chiaramente anche l’elemento comodità ha ricevuto un occhio di riguardo: The Verge assicura che indossarlo è semplicissimo, tanto è vero che lo si poggia sulla testa come un comune capellino da baseball, per poi ruotare una manopola sul retro per stringere la fascia, e null’altro. Per essere un prodotto non destinato ai consumatori, sembra piuttosto maturo da questo punto di vista.

Ci teniamo a ripeterlo: HoloLens 2 viene venduto solo alle aziende, non ai consumatori. È progettato per attività particolari, come i negozi di auto, le fabbriche o le sale operatorie: è progettato per le persone che lavorano con le mani e che trovano difficoltà a integrare un computer o uno smartphone nel loro lavoro quotidiano. Detto in parole povere, Microsoft vorrebbe sostituire i vecchi computer degli addetti ai lavori con HoloLens 2. Non è però un prodotto pronto per essere commercializzato per il semplice fatto che non è ancora abbastanza coinvolgente da permettere al classico consumatore di usarlo a dovere, magari per l’intrattenimento. Il prezzo poi dovrebbe scendere sotto i 1000$ per poter essere considerato un acquisto appetibile per il pubblico.

Prima di passare al filmato introduttivo fresco di pubblicazione, diamo uno sguardo alle caratteristiche salienti di HoloLens 2:

  • Maggiore immersività grazie a un campo di visione più che raddoppiato, mantenendo la densità olografica di 47 pixel per grado di visione, e a modalità di interazione completamente rinnovate;
  • Comfort ed ergonomia più che triplicati grazie a un centro di gravità più bilanciato, all’uso della leggera fibra di carbonio e a un nuovo meccanismo che consente di indossare il dispositivo senza doverlo regolare;
  • Un time-to-value accelerato grazie ad applicazioni per la mixed reality come Dynamics 365 Remote Assist, Dynamics 365 Layout e Dynamics 365 Guides.
  • Azure Kinect Developer Kit, un kit di sviluppo che riunisce in un unico dispositivo tutti gli innovativi sensori AI di Microsoft, da oggi disponibile in pre-order a un costo di 399 dollari;
  • Dynamics 365 Guides, una nuova applicazione per la realtà mista che consente ai dipendenti di imparare mentre compiono le proprie attività quotidiane;
  • Azure Mixed Reality Services, progettati per aiutare ogni sviluppatore e ogni organizzazione a creare applicazioni per la mixed-reality di livello aziendale multi-piattaforma e contestuali;
  • Microsoft HoloLens Customization Program, per permettere a clienti e partner di personalizzare HoloLens 2 per rispondere a ogni esigenza
Fonte: The Verge