HTC Vive Focus ora è in grado di integrarsi con U12+ e si prepara per il lancio globale (foto)

Edoardo Carlo Ceretti Presto il supporto sarà esteso anche a molti altri modelli di smartphone HTC.

Il visore standalone per la realtà virtuale HTC Vive Focus ha da poco ricevuto un importante aggiornamento software, denominato Vive Focus System Update 2.0, che introduce novità senz’altro gradite dai suoi attuali possessori e lo prepara anche per l’atteso lancio globale, dopo la disponibilità sul mercato cinese degli scorsi mesi.

La novità di maggior rilievo riguarda l’integrazione fra Vive Focus e HTC U12+, lo smartphone top di gamma del produttore taiwanese, appena presentato. Tale integrazione – che presto coinvolgerà anche altri modelli sempre targati HTC – consente di effettuare telefonate, ricevere ed inviare messaggi e visualizzare le notifiche social direttamente tramite il visore.

LEGGI ANCHE: Il nuovo display di Google e LG sarà il punto di riferimento per la realtà virtuale

In arrivo poi le modalità passeggero e mondo circostante: la prima è dedicata all’utilizzo del visore anche durante un viaggio in auto da passeggero, per immergersi nella realtà virtuale per ore attenuando il fastidio provocato dai sussulti del mezzo; la seconda invece utilizza la fotocamera integrata su Vive Focus per mostrare in tempo reale ciò che accade attorno a noi, senza costringerci per forza a sfilarci il visore.

Infine, l’aggiornamento va anche a migliorare notevolmente l’autonomia della batteria, permette di spostare le app sulla microSD e di effettuare pagamenti tramite i maggiori servizi di carte di credito sullo store Viveport. HTC ha intenzione di portare ancora tante novità nel prossimo futuro per il suo Vive Focus, ma non ha ancora annunciato la data prescelte per il lancio internazionale.

Via: Venture Beat