Qualsiasi cosa diventa un controller per Vive, il visore VR che adesso è senza fili!

Cosimo Alfredo Pina

HTC porta al CES 2017 un sacco di novità per il suo visore VR. Stiamo ovviamente parlando di HTC Vive, il visore da PC che si arricchisce con tante novità, anche con l’attesissima possibilità di usarlo senza fili. Vediamo quindi, punto per punto, cosa andrà a rendere ancor più completa una delle migliori alternative per immergersi nella realtà virtuale.

Vive Tracker

Ecco il controller che trasforma tutto in controller. Vive Tracker è infatti uno strano accessorio con tre protuberanze che può essere fissato ad un sacco di gadget per renderli dei controller specializzati. Alcuni esempi: una mazza da baseball, un paio di guanti e una macchina fotografica per scattare nei mondi virtuali. Pesa 85 grammi e la sua batteria dovrebbe durare circa 6 ore.

Non sappiamo quanto costerà, ma dovrebbe arrivare durante il Q2 2017. Nel frattempo HTC distrubuirà il Vive Tracker a 1.000 team di sviluppo.

Deluxe Audio Strap

htc-deluxe-audio-strap

Migliorie anche al comparto audio, con la Deluxe Audio Strap. Chi ha un HTC Vive non dovrà più necessariamente indossare delle cuffie normali, ma potrà ricorrere a questa fascia che passa dietro la testa con cuffie. Una soluzione indubbiamente inspirata alle cuffie montate su Oculus Rift, che sarà disponibile a partire dal secondo trimestre ad un prezzo che sarà reso noto in prossimità del lancio.

Viveport in abbonamento

Viveport è lo store che permette di accedere ai contenuti VR per Vive selezionati da HTC. Ad oggi la sua organizzazione è quella classica: l’utente compra quello che vuole usare. Nel giro di pochi mesi arriverà anche una nuova modalità, ovvero l’abbonamento.

Pagando una quota mensile l’utente potrà accedere senza limiti ad app, giochi ed esperienze VR. Non tutto il catalogo sarà a disposizione, ma solo i titoli che lo sviluppatore acconsentirà a far entrare nel programma in abbonamento. Una soluzione sulla carta interessante, ma che non sappiamo quando arriverà e a che prezzo.

Altra novità per Viveport sono delle versione più specifiche, dedicate alle sale giochi e al settore business, con contenuti selezionati proprio per questi ambiti.

HTC Vive Wireless (TPCast)

htc-vive-wireless-tpcast

Ultima e forse più interessante novità che HTC porta al CES 2017 è un adattatore wireless per il Vive. Si tratta di TPCast, un dispositivo lanciato in Cina lo scorso novembre, ma che adesso fa ufficialmente il suo debutto globale. Il funzionamento è molto semplice: un’unità relativamente compatta che si monta sul Vive trasmette e riceve i dati verso una centralina attaccata al PC.

Chi l’ha provato ha potuto constatare un’esperienza quasi priva di latenza, con ovviamente il vantaggio di non avere alcun cavo che intralci i movimenti. La batteria da 6.000 mAh che garantisce 2 ore di autonomia, più che sufficiente per una sessione, ma non da ricaricare praticamente dopo ogni uso. Il prezzo è di 249$, indubbiamente alto, ma stiamo ancora parlando di una tecnologia, quella della VR consumer, ancora agli albori, dedicata solo ai veri appassionati.

Fonte: The Verge