Huawei ha dovuto rinunciare ad uno smart speaker con Google Assistant a causa del ban

Enrico Paccusse Quali sono stati gli effetti concreti del ban? Eccone uno

Ci sono molti retroscena di cui probabilmente non verremo mai a conoscenza, ma tutta la vicenda Huawei-ban ha sicuramente imposto alla società cinese di rivedere parte dei suoi piani per il futuro, almeno nell’immediato.

Secondo quanto riportato da The Information, Huawei e Google stavano lavorando da almeno un anno su un progetto di smart speaker da presentare alla fiera di IFA 2019 e da commercializzare anche al di fuori della Cina, grazie all’integrazione con Google Assistant.

LEGGI ANCHE: App gratis e in offerta della settimana

Non ci sono stati commenti ufficiali da parte delle parti coinvolte ma sembrerebbe che non appena emersa la problematica del ban, il progetto sia stato immediatamente accantonato, a causa della preoccupazione non solo legata all’impossibilità di inserire il software di Google, ma anche alla reazione del mercato verso un dispositivo pieno di microfoni venduto da quella che negli Stati Uniti è stata accusata di essere sostanzialmente una spia.

Via: 9to5google