Alcuni Huawei MateBook ora montano Linux, ed il prezzo scende!

Enrico Paccusse - 3 degli ultimi modelli MateBook, il 13, il 14 e l'X Pro hanno una variante con Linux al posto di Windows

Se ricordate bene, tra i primi effetti del ban imposto da Trump verso Huawei c’era stata la rimozione momentanea del MateBook X dallo store di Microsoft, ed era nata la paura che non potesse montare Windows 10 (e quindi neanche uscire).

Successivamente il timore è rientrato, ma questo ha comunque scosso le acque all’interno della società cinese, tanto che oggi nel sito di e-commerce cinese VMall compaiono alcune varianti con un nuovo sistema operativo: Linux.

LEGGI ANCHE: Top di gamma “economici” – votate la fotocamera migliore

In particolare, Huawei MateBook 13, 14 ed X Pro presentano Deepin, una distro cinese di Linux basata su Debian. La notizia positiva è che la mancanza di una licenza Windows (Linux è open-source e gratuito) rende i prodotti complessivamente meno costosi.

MateBook 13 e 14 perdono così 300 yuan (38 euro) dal prezzo di listino. Per quanto riguarda MateBook X Pro, il taglio si raddoppia, per un controvalore di circa 76 euro. La paura maggiore ora sta nel fatto che Linux è solitamente associato ad un pubblico di nicchia. Il pubblico generalista lo accetterà di buon grado?

Via: GizchinaFonte: VMall
  • wphantom

    Deepin è forse tra le distro più user friendly che abbia mai incontrato, e anche molto stabile dato che si basa su Debian Stable.
    E di certo non mi ritengo uno smanettone, anzi!

    • pariflessioni

      Magari è la volta buona

  • Marko4646

    Il pubblico generalista ,che usa Windows ,word, Excel e altri programmi che non è detto si trovino controparti su Linux ,come può comprare un portatile con Linux? Stiamo parlando di 2 OS completamenti diversi, anche i comandi da terminale sono completamente diversi.

    • luigi gimmi

      “il pubblico generalista” e “comandi da terminale” non possono stare nello stesso commento insieme

    • Ugo

      ricordiamoci sempre che il “pubblico generalista” usa excel per fare le liste della spesa perchè ci sono le caselline già fatte.
      e per questi usi le controparti ci sono eccome.

      il problema del totale fallimento di linux nelle fasce consumer non è dovuto alla mancanza di applicazioni.

      • Marko4646

        Il pubblico generalista non è tutto ignorante in fatto di computer, solamente non vuole sbattimenti nel l’installazione e nell’uso dei programmi che usa giornalmente. Io uso anche Linux, e molte volte è necessario l’uso del terminale per installare, o per risolvere qualche dipendenza. Linux non è così immediato come si vuole fare credere. E comunque le persone usano il sistema operativo che gli fa più comodo. Perché per forza passare a Linux?

  • Luca

    Io e quasi una settimana che ho mollato Windows per Linux Mint, e sinceramente per il mio uso non ne sento la mancanza

    • Luca Mazzei

      Well done! Andrai alla grande!

  • broncos

    gran bella notizia!
    mi interesserebbe sapere se il “copia&incolla” tra terminali Huawei funziona anche con le varianti con Linux

  • Ugo

    Il pubblico generalista lo accetterà di buon grado?

    no.

    certo, se i produttori si decidessero a fare su pc quello che fanno con android, o meglio ancora, quello che facevano con i cellulari prima dell’arrivo di android, forse…