Hugo Barra viene assunto da Facebook per la realtà virtuale e, casomai aveste dubbi, Xiaomi salterà il MWC 2017

Nicola Ligas -

Pochi giorni fa Hugo Barra, “responsabile esteri” di Xiaomi, aveva annunciato le sue dimissioni dall’azienda cinese, anche a causa di problemi di salute legati al lavoro all’estero, ed al desiderio di ritornare nella sua amata Silicon Valley. A quanto pare però l’agognato riposto di Mr. Barra sarà breve, perché Mark Zuckerberg in persona ha annunciato di averlo assunto per dirigere tutta la realtà virtuale di Facebook, ovviamente incluso Oculus.

Brendan Iribe, ex CEO di Oculus, aveva già già annunciato lo scorso dicembre che sarebbe passato a dirigere la sezione PC dell’azienda, e l’arrivo di Barra ora è solo il tassello mancante alla leadership di Oculus, anche se sinceramente quello della realtà virtuale è un campo un po’ nuovo anche per uno navigato come Hugo. Durante il suo periodo in Google, Barra ha lavorato per lo più sul mondo Android, poi nel 2013 si è unito a Xiaomi, della quale ha diretto le mire espansionistiche al di fuori del mercato cinese, ed ora arriva la realtà virtuale. Non si può dire che sia una carriera monotona la sua, ma se aziende così grandi se lo contendono da anni, un motivo ci sarà.

LEGGI ANCHE: Il 2016 di Xiaomi

A questo proposito, segnaliamo che quest’anno Xiaomi non parteciperà al Mobile World Congress. Lo scorso anno, per la prima volta, l’azienda cinese fu presente a Barcellona per il lancio di Mi5, e quest’anno l’abbiamo vista, sempre per la prima volta, al CES di Las Vegas. In nessuno dei due casi c’è però stata la presentazione di un prodotto internazionale, e considerando che Mi6 potrebbe non essere così dietro l’angolo, a causa forse della penuria di Snapdragon 835, l’assenza di Xiaomi dal MWC non è tanto strana. Certo è che, con l’addio di Barra, l’azienda cinese dovrà dimostrare tutta la concretezza delle suo desiderio di diventare un’azienda globale, e l’assenza dal MWC è, in questo senso, un brutto segnale.

Via: ReCodeFonte: TechCrunch