Hyper Drive, il dock portatile per MacBook Pro che funziona con le cover (prova)

Emanuele Cisotti

Come forse saprete utilizzando quotidianamente un MacBook Pro come mia macchina da lavoro ho più volte realizzato prove di accessori e dock di vario genere che potessero aumentare il numero di porte. Mi trovo bene con i miei connettori USB-C, ma è innegabile che in alcuni contesti sia importante avere alcune connessioni in più e fra questi contesti c’è sicuramente la mobilità. Per questo ho provato con molta curiosità Drive di Hyper, brandi di Sanho che produce ormai da anni ottimi accessori, strizzando spesso l’occhio ai notebook e tablet Apple.

Questo Hyper Drive non è da meno, partendo dal fatto di essere realizzato in metallo e passando per le due colorazioni, le stesse dei MacBook Pro di ultima generazione (grigio e argento). L’ultima versione dell’accessorio Hyper è dotato di due porte USB-C, rendendolo in sostanza perfetto per tutti gli ultimi dispositivi MacBook più recenti: MBP 15 2016-2019, MBP 13 2016-2020, il MacBook Pro 2018-2020 e l’ultimissimo MacBook Pro 16. L’azienda poi dichiara la compatibilità con l’ultimo iPad Pro, ma come vedremo la questione è in realtà ben più estesa.

Passeremo a breve ad elencare le porte, ma indubbiamente il punto forte di questo Hyper Drive è la qualità costruttiva e il sistema di aggancio. Non solo utilizzare due porte USB-C lo rende più stabile, ma qui abbiamo anche una parte magnetica che rinforza l’aggancio, facendo sì che il tutto sia più solido e non si rischi di spezzare i connettori USB-C con un urto involontario. Una trovata non da poco. In più rimuovendo questa parte magnetica sarà possibile avere più spessore, rendendo questo Hyper Drive l’unico accessorio di questo tipo compatibile con le cover dei MacBook. Nel caso del nostro MacBook Pro 16 su cui è applicata una skin dBrand è poi necessario levare la parte magnetica, visto che lo spessore non coincide più. In sostanza abbiamo un prodotto molto ben pensato che allo stesso tempo è però compatibile con un grandissimo numero di prodotti.

Questo è vero anche perché nella confezione è presente una piccola prolunga USB-C, con un cavo piatto molto robusto, che permette di utilizzare Hyper Drive come dispositivo esterno non direttamente collegato alla scocca e compatibile quindi virtualmente con qualsiasi dispositivo USB-C. Noi abbiamo provato con vari smartphone Android e con iPad Pro, confermando quanto appena scritto. Potrete ovviamente utilizzarlo con questa configurazione anche con un notebook con porta USB-C.

I connettori a disposizione sono poi tanti. Abbiamo due porte USB-C: una supporta 100W di potenza e l’altra 60W. Entrambe vanno bene per la ricarica e lo scambio dati, ma non essendo Thunderbolt non è possibile collegarci un monitor. Il monitor è però collegabile tramite la porta HDMI che garantisce un’uscita in 4K a 60Hz. Le due porte USB-C supportano rispettivamente velocità di 40Gbps e 5 Gbps. Troviamo poi un lettore SD, un lettore microSD e due porte USB-A da 5Gbps.

Nella confezione oltre a quanto detto è presente anche una custodia in pelle vegana, che permette di trasportare questi accessori senza pensieri.

Hyper Drive è un prodotto di grande qualità e molto completo. Il prezzo però ovviamente sale di conseguenza, pur rimanendo in linea con le alternative dei brand più famosi. Parliamo di 99$ sul sito ufficiale, a cui aggiungere la spedizione rapida FedEx. Al momento non è disponibile su Amazon, ma contiamo di aggiornare l’articolo non appena lo sarà.

  • Dovevano farlo più sottile.