Hyperloop Italia si presenta a Roma: il futuro dei treni va a 1.200 km/h!

Enrico Paccusse Prime ipotesi di tratta: Milano Cadorna - Malpensa e Verona - Trieste

E se proprio il Belpaese fosse uno dei primi ad ospitare il treno superveloce a levitazione magnetica concepito da Elon Musk? Questa è l’idea del fondatore italiano di Hyperloop TT, Gabriele Gresta, tanto che si è spinto a creare Hyperloop Italia e a conferire a questa nuova società la prima licenza completa per la commercializzazione della tecnologia.

L’obiettivo è quello di realizzare sei tratte Hyperloop lungo i binari ferroviari e lungo le autostrade, e per questo Gresta è già in contatto con Anas, Fs, Ferrovie Nord e altri. Milano Cadorna – Malpensa in meno di 10 minuti, Verona – Trieste in mezz’ora, queste sono le promesse, con i primi studi sulla fattibilità in arrivo il 20 febbraio.

LEGGI ANCHE: SmartWorld diventa un podcast

Io credo molto nel progetto italiano, e vogliono essere in prima persona a sviluppare questo mercato. Torno in Italia per questo, non solo perché voglio rivedere mia madre…“, ha scherzato Gresta, “Quello che già nell’ambiente chiamano corridoio Hyperloop può essere la svolta per l’Italia. Ed è realizzabile in tempi umani. Dall’inizio dello studio al primo passeggero penso che si possa fare in meno di dieci anni“.

Per chi non avesse mai sentito parlare del concetto di treno a levitazione magnetica, si tratta di un unico vagone che si sposta all’interno di un tunnel nel quale è presente un vuoto d’aria, e nel quale sono assenti eventuali forze d’attrito. La prima tratta al pubblico è attesa a Dubai per Expo 2020.

Via: Corriere