I Tesla BOT non saranno tutti uguali: Elon Musk li vuole anche emotivi

I Tesla BOT non saranno tutti uguali: Elon Musk li vuole anche emotivi
Vincenzo Ronca
Vincenzo Ronca

Torniamo a parlare dell'ennesima idea che è balzata in mente a Elon Musk, il numero 1 di Tesla e ideatore di interessanti progetti innovativi nel settore della tecnologia. Parliamo ovviamente dei Tesla BOT, gli assistenti robotici che vuole sviluppare Tesla.

I Tesla BOT saranno ovviamente dotati di intelligenza artificiale e, come abbiamo sottolineato la volta scorsa che ne abbiamo parlato, sarebbero concepiti per svolgere compiti semplici e ripetitivi. Magari proprio quel tipo di compito che potrebbe essere pesante da svolgere ripetutamente da noi umani. Elon Musk è tornato sull'argomento, condividendo nuovi dettagli sulla sua idea.

Musk ha ribadito che lo scopo principale di questi assistenti robotici sarà lo svolgimento di compiti noiosi e ripetitivi, quei compiti che possono portare gli umani a sviluppare specifiche forme di stress. Il CEO di Tesla ha anche aperto a una sorta di lato emotivo per questi Tesla BOT: potrebbero essere infatti anche in grado di fornire compagnia all'utente che li possiede, interagendo emotivamente in modo umano.

Si delinea dunque una seconda attitudine di questi robot che ha in mente Tesla, un'attitudine che potrebbe consistere in un rimedio alla solitudine e che potrebbe trovare tante applicazioni. Torneremo ad aggiornarvi appena Tesla ed Elon Musk saranno più concisi in merito all'avanzamento del progetto.

Trovate l'intervista completa a Elon Musk, dove si è parlato proprio di Tesla BOT, attraverso il player qui in basso.

Via: Electrek

Commenta