Il touchscreen con il feeling di una tastiera potrebbe essere possibile

Il nostro cervello scambia i cambiamenti di temperatura di uno schermo touch per forme fisiche
Il touchscreen con il feeling di una tastiera potrebbe essere possibile
Alessandro Nodari
Alessandro Nodari

Come sapeva bene Blackberry, niente può battere una tastiera fisica per digitare velocemente e comodamente, e i vari produttori sono alla ricerca di modi per migliorare l'esperienza della digitazione su schermo, soprattutto con la diffusione dei dispositivi pieghevoli, a volte con soluzioni ingombranti.

Ora i ricercatori della Texas A&M University hanno escogitato un nuovo approccio, facendo credere al cervello di toccare forme fisiche attraverso i cambiamenti di temperatura del touchscreen.

La ricerca, veramente incredibile quanto semplice, è stata pubblicata sulla rivista Science Robotics e dimostra come aumentando la temperatura della superficie di un touchscreen da 23 a 42 gradi Celsius, si aumenta la sensazione di attrito percepita dal dito fino al 50%. Tutto ciò avviene senza che il soggetto si renda conto della variazione di calore a causa della rapidità dei gesti.

Al momento lo studio è solo teorico, in quanto le difficoltà tecniche da affrontare per variare istantaneamente la temperatura di diverse porzioni di uno schermo sono enormi, ma la strada è sicuramente interessante e più praticabile di altre soluzioni viste in passato che prevedevano l'uso di camere microfluidiche che si riempivano o sgonfiavano per creare protuberanze 3D o di vibrazioni ultrasoniche.

Via: Gizmodo
Mostra i commenti