JBL Link Bar è la soundbar dei sogni, che integra anche Android TV e Google Assistant! (aggiornato)

Nicola Ligas -

Google ha appena annunciato il dispositivo che non ti aspetti: una soundbar, realizzata in collaborazione con JBL, che integra Android TV e Google Assistant. E scusate se è poco.

Si chiama JBL Link Bar, e vi permette non solo di potenziare l’audio del vostro televisore, ma anche di arricchirne il lato “smart”, dato che integra Android TV al suo interno. Non solo, grazie a Google Assistant, potrete controllare tutto con il suono della vostra voce, dalla TV, ad Android TV, alla soundbar stessa, per non parlare dei tanti dispositivi IoT compatibili con l’ecosistema Google. La parte relativa ad Assistant non è infatti integrata in Android TV, ma è sempre operativa, come fosse un dispositivo Google Home. In questo modo sarà sempre pronta ai vostri comandi e potrete utilizzarla per controllare tutto in modo indipendente.

La cosa buona, e lo saprà chiunque usi uno speaker ed un Google Home separati, è che la soundbar capisce quando state parlando all’assistente, e regola di conseguenza il volume, per non perdersi i vostri comandi vocali e non mescolarli con l’audio in riproduzione dalla TV.

Ci sono anche dei controlli fisici per regolare il volume, casomai ne aveste bisogno, ed un pulsante per spegnere il microfono, per gli amanti della privacy assoluta. Presente il collegamento via Bluetooth, HDMI (4 porte, in modo da collegare anche console e altri device), Ethernet, e jack audio. Non si parla però di ingresso ottico, il che è un po’ un peccato.

Prezzo ancora ignoto, e disponibilità attesa per il prossimo autunno, ma già adesso non vediamo l’ora di provare questa JBL Link Bar. A seguire, video di presentazione e qualche render ufficiale.

Aggiornamento09/05/2018 ore 09:20

Dal Google I/O sono emersi altri interessanti dettagli, che rendono questa soundbar di JBL sempre più… interessante!

Anzitutto c’è l’opzione per avere anche un subwoofer wireless da 200W, mentre la soundbar stessa deve accontentarsi di “soli” 100W. Inoltre il microfono integrato è di tipo Farfield, ovvero dovrebbe riconoscere bene la vostra voce in tutta la stanza, e probabilmente anche in una vicina. Peccato che non si parli ancora di prezzo, che di certo non sarà stracciato.

Via: 9to5Google
  • Enrico Gargiulo

    SEEEEEH!!!! E’ la fine!!!

    LA VOGLIO SUBITO!!!

    In questo modo potrò togliere chromecast dalla tv di camera mia e il Google Home dal comodino, magari portandolo a casa dei miei… oppure metterlo in cucina, o in bagno! Can’t wait!

  • Antonio Russolillo

    Risponde anche agli omoseasuali! Se non lo mensionavano, mi sarei posto la domanda! Ma chi l ha pensato sto spot?

    • Kozmo

      Ma sai partorire un pensiero sensato e, soprattutto, scritto in una lingua che si possa comprendere con quel cervello mononeurone che ti ritrovi?

      • Antonio Russolillo

        Prima mediocrità nel commentare un palese errore di tastiera aut.
        Secondo nel parlare come tante pecorelle, pensando sempre all omofobia ogni volta che si parla di questo discorso.
        L ostentazione di un fattore diverso dall ordinario (e per questo non di certo criticabile e criticato da me che non sono nessuno per giudicare) è insensato, dove l ha partorito? Che senso ha? Fa più click? E allora sei una merda, perché sfrutti il fattore straordinario, che si vede da un fermo immagine prima di partire il video e fa scattare alla mente: vediamo dove vuole arrivare sta strana pubblicità.
        Fossi gay, mi offenderei.
        Mi fa pena chi parla a vanvera su ciò, pronto a fare il paladino a molla tesissima talmente tanto che spesso parte quando poi bisogno non c è

    • meglio “omoseasuali” che ignoranti come bestie.

      • Antonio Russolillo

        Prima mediocrità nel commentare un palese errore di tastiera aut.
        Secondo nel parlare come tante pecorelle, pensando sempre all omofobia ogni volta che si parla di questo discorso. 
        L ostentazione di un fattore diverso dall ordinario (e per questo non di certo criticabile e criticato da me che non sono nessuno per giudicare) è insensato, dove l ha partorito? Che senso ha? Fa più click? E allora sei una merda, perché sfrutti il fattore straordinario, che si vede da un fermo immagine prima di partire il video e fa scattare alla mente: vediamo dove vuole arrivare sta strana pubblicità.
        Fossi gay, mi offenderei. 
        Mi fa pena chi parla a vanvera su ciò, pronto a fare il paladino a molla tesissima talmente tanto che spesso parte quando poi bisogno non c è

        • secondo me non ti funziona il tasto dell’apostrofo.

          Comunque, il tuo commento lasciava poco spazio all’interpretazione. Sento rumore di unghie sugli specchi…

          • Antonio Russolillo

            Lascia stare, forse son discorsi troppo complessi per te, ho tante cose da fare e non ho tempo di riprendere gli errori di tastiera ecc…
            La tua pochezza sta nel sottolineare ancora sta cosa, figurati affrontare temi più delicati, ma dove ti avvii? Il safgio parla poco, lo stolto parla tanto e tante cazzate spara, statti bene

          • Infatti quello che ha scritto righe su righe sei tu.

            ciao “safgio”!

    • carlo

      Risponde anche agli ignoranti quindi stai sereno…

  • Okazuma

    Tutto dipenderà dal prezzo ma questo è prorio un bel prodotto

  • Ennio80

    Seriamente…bell’idea!
    Tutto però dipenderà da qualità prezzo.
    Spero in altri produttori però per prodotti simili!

    • Alessandra

      Perché, questo marchio cos’ha che non va?

      • Ennio80

        Niente, mi sembra una bella idea e l’implementazione di assistant nella soundbar è qualcosa che vorrei vedere sia in marchi più blasonati che magari in soluzioni più economiche perchè avere scelte economiche e di qualità differenti è sempre un bene per noi consumatori 🙂

  • Francesco Di Tinco

    Spettacolare.