La realtà aumentata applicata all’audio secondo Bose: ecco gli occhiali Bose AR (foto)

Vincenzo Ronca

Quando sentiamo parlare di realtà aumentata pensiamo sempre a qualcosa di visivo. La notizia che vi riportiamo oggi, invece, riguarda la realtà aumentata applicata all’audio, resa possibile grazie ad un progetto presentato da Bose.

Il progetto riguarda la realizzazione di un paio di occhiali in grado di riprodurre un’esperienza di realtà aumentata soltanto grazie a stimoli sonori. Gli occhiali si chiamano Bose AR: come vediamo dalle immagini in galleria non sono dotati di videocamera ma soltanto di un sistema audio e sensori di movimento.

LEGGI ANCHE: Bose SoundSport Free, la recensione

I possibili casi di utilizzo sono molteplici come, ad esempio, durante la visita di un museo o di una città: gli occhiali sono in grado di sfruttare il GPS integrato nello smartphone e proporre contenuti sonori contestuali al luogo in cui ci si trova, quindi potrebbero riprodurre la descrizione di un monumento o un’opera quando ci si avvicina ad essa.

Un ulteriore campo di utilizzo ampio è quello dell’esperienza musicale, la quale sarebbe semplificata grazie ai comandi impartibili direttamente mediante i movimenti della testa. Inoltre, potrebbero essere usati per ottenere traduzioni in tempo reale o informazioni su ristoranti e previsioni meteo. L’idea di Bose è anche di integrare questo prodotto con altri dispositivi e applicazioni di uso quotidiano.

Stando a quanto dichiarato da una fonte interna all’azienda americana al sito CNET, gli occhiali saranno disponibili inizialmente per sviluppatori e produttori e poi, entro la prossima estate, verrà rilasciata una nuova versione con kit di sviluppo. Al progetto stanno già lavorando anche aziende come Strava, TripAdvisor e Yelp. Vi terremo sicuramente aggiornati sui suoi sviluppi.

Via: Engadget, CNET